Grosseto – Pontedera: le interviste del dopo gara

PISA – Molto soddisfatto mister Indiani nel dopo gara di Grosseto, che ha portato un buon pareggio alla sua squadra.

Indiani (allenatore del Pontedera): “È il terzo 2 a 2 consecutivo. Questa prestazione, però, è stata più sofferta. Il pari fa sicuramente più comodo a noi. Era difficile partire subito in svantaggio. Abbiamo disputato una buona gara. La nostra sofferenza in difesa è obbligata e nota, perché ci mancano i titolari. La squadra, però, ha giocato bene nel primo tempo, tanto da costringere il Grosseto a cambiare modulo nella seconda frazione. Sul nostro pari, Picone col suo tocco ha ingannato Lanni”.

Picone (attaccante del Pontedera): “Come è nato il mio gol? Ho visto Bartolomei tirare al volo, mi sono trovato sulla traiettoria della palla e ho colpito la sfera di testa. Ho schiacciato il pallone e poi non mi sono accorto di altro. Ho solo visto la palla entrare. Il mister, anche quando eravamo in svantaggio, ci ha invitato a ragionare e a giocare con calma. I cambi, poi, ci hanno resi più offensivi. Il Grosseto rispetto all’andata è proprio un’altra squadra, più solida e compatta. Gli auguro davvero un buon prosieguo di campionato. Noi, invece, siamo sereni. Andiamo in campo tranquilli e prendiamo tutto ciò che viene. Per come si era messa la partita, siamo contenti del pari, ma in ogni caso abbiamo anche sfiorato il gol vittoria con Arrighini”

Cuccureddu (allenatore del Grosseto): <<C’è sempre rammarico quando non vince una partita, anche se un po’ sofferta, dopo essere stati due volti in vantaggio. L’errore di Lanni ha regalato il pareggio agli ospiti. A dire il vero, non ho neppure capito come è entrata la palla. In ogni caso, anche oggi siamo stati penalizzati da certi episodi. Se parlo del rigore? Beh, se andiamo a cercare l’episodio, sì, il rigore te lo possono dare oppure no. Il fatto è che non ce l’hanno dato. Loro ci stavano mettendo in difficoltà sugli esterni e hanno bravi i due davanti, Grassi e Arrighini. Ci hanno costretto a cambiare modulo e le cose sono migliorate. Noi non abbiamo giocatori per verticalizzare. Ci serve un giocatore bravo capace di fare le verticalizzazioni. Attendiamo le novità in tema di mercato. La società si sta muovendo in tal senso. Accetto volentieri certe novità. Oggi, poi, è venuto il presidente. Ci ha fatto piacere. Con una vittoria l’umore sarebbe stato ancora migliore. Guardiamo la classifica a fine febbraio, inizi di marzo. Le sensazioni restano positive. Andiamo a coprire qualche buco che abbiamo per migliorare le nostre lacune. La partita si stava mettendo bene. L’errore di Lanni questa volta ci è costata la vittoria. Forse la palla gli è scivolata a causa del terreno. In classifica siamo sempre lì. Dobbiamo essere sempre ottimisti. La classifica si muove, piano piano, ma si muove. Due o quattro punti dai play-off non sono troppi. Oggi anche un po’ di sfortuna. Comunque, questi sono pareggi che danno noia. Ricci è un po’ stanco, affaticato. Ha qualità, ma deve capire certe cose. In ogni caso, in questo momento è affaticato”.

Fonte: articolo tratto da grossetosport.com

20140105-195642.jpg

By