Il Gruppo Ruggeri vuole il Pisa. Matteo Anconetani: “Progetto serio, stiamo trattando il Pisa da Agosto”

PISA – Tra i gruppi interessati all’acquisizione del Pisa 1909 c’è anche il gruppo Ruggeri, che fa capo alla IPM, azienda alle porte di Brescia, operante nel settore delle materie plastiche, dello smaltimento rifiuti e dell’energia.

di Antonio Tognoli

imageAlberto Ruggeri, 50 anni, è il presidente del Cda della IPM e si è veramente innamorato del Pisa e dei suoi tifosi. Il fratello Massimiliano e’ anche il suo socio. Alberto ha già assistito alla gara di Coppa Italia Brescia-Pisa in agosto. Lui tifosissimo del Brescia, è rimasto folgorato dal tifo e dalla passione della gente per la maglia nerazzurra.

“Alberto è un bravo imprenditore – spiega Matteo Anconetani, nipote del grande Romeo Anconetani e principale referente dell’imprenditore bresciano nella trattativa con Andrea Abodi – Quando entrò allo stadio Rigamonti in estate mi mandò subito un messaggio con scritto: “Ma voi siete matti di Pisa”, in riferimento al tifo sugli spalti dei tifosi nerazzurri ovviamente.

image“Il progetto è serio – prosegue Matteo Anconetani – il gruppo di Brescia segue il Pisa dallo scorso agosto, poi ci fu la trattativa co Pablo Dana e noi ci tirammo indietro per non intralciarla. Non era giusto in quel momento mettersi di mezzo ad una trattativa fortissimamente voluta dalla piazza, avremo creato solo malumori, ma ripeto il gruppo tenterà di prendere il Pisa perché ha un progetto serio alle spalle”.

“Rino Gattuso sarà al centro del progetto – continua Anconetani – il gruppo bresciano si avvicinò al Pisa quando Gattuso non era ancora tornato sulla panchina nerazzurra e si tirò subito indietro perché inizio  la trattativa con Dana. La sua presenza di mister Gattuso è fondamentale per l’imprenditore che vuole acquisire, per la città e per i tifosi”.

By