Halloween raddoppia a Cascina

CASCINA – Mercoledì 31 ottobre a Cascina sarà Halloween. Dalle ore 18, in corso Matteotti, attrazioni per grandi e piccini dedicate alla celebre ricorrenza della tradizione popolare americana, dove la fanno da padrone zucche arancioni, pipistrelli neri, costumi da fantasmi e racconti da brividi.

L’evento è stato presentato stamattina, in municipio a Cascina dal sindaco Susanna Ceccardi, dall’assessore al commercioPatrizia Favale e da Mario Biasci, presidente della Pro Loco Cascina che ha organizzato la manifestazione.

«Tutta Cascina sarà in festa per la seconda edizione di Halloween sul corso -dice Ceccardi- lo scorso anno l’evento ebbe uno straordinario successo di pubblico, con la presenza di tanti bambini e di tante maschere. Quest’anno ci sono molte iniziative confermate, come la casa della paura, presso la ex pretura, dove deitruccatori professionisti truccheranno i bambini, e iniziative nuove, come lastradina della paura e il trenino della paura, che girerà per le strade del centro storico. E poi danze e musiche, lo street food e tanti dolcetti per i bambini, nel classico solco del tradizionale “dolcetto o scherzetto”».

«L’Halloween 2018 a Cascina sarà un evento molto articolato – dice Biasci- con tante associazioni che ci hanno dato una mano. La stradina dei bambini sarà allestita in tema horror, in corso Matteotti dj set con musiche in stile Halloween e stand di street food. Come Pro Loco saremo presenti con due gazebo con castagne, frati e vin brulè. E all’ex pretura ci sarà il palazzo del terrore, con truccatori che lavorano anche nel cinema, giochi di luci spettralizombi e figuranti in costume. Nelle strade di Cascina viaggerà il trenino della paura, e in piazza dei Caduti gonfiabili per i bambini. Dalle 14 alle 18, preso il bar I portici, baby dance e musica dal vivo». 

L’evento è organizzato dalla Pro Loco di Cascina con il contributo del Comune e in collaborazione con la Pubblica assistenza di Cascina, la Misericordia di Cascina, l’associazione Acam, il liceo artistico “Russoli”, l’associazione “La racchetta”, la polisportiva Arcieri cascinesi, l’associazione Mani attive.

By