Hiv, su 1000 persone in cura a Pisa mortalità sotto il 10%

PISA – Con l’Hiv si può convivere, ma non per questo la scienza ha smesso di cercare una cura. È quanto è emerso stamani, 18 novembre, nel corso della presentazione dei dati sulla diffusione dell’infezione da Hiv/Aids in Toscana e a Pisa, presso l’Unità Operativa di Malattie Infettive dell’Ospedale Cisanello, diretta dal Dott. Francesco Menichetti.

Negli ultimi 20 anni i progressi della ricerca hanno portato il tasso di mortalità per Aids conclamato dal 90% degli anni ’80, a meno del10% dei giorni nostri. Anche se il contagio è in aumento costante. Oggi l’infezione si trasmette in maniera silente anche fra fasce della popolazione inizialmente non toccate dall’epidemia, come gli eterosessuali con rapporti promiscui, di età media, o addirittura appartenenti alla terza età, grazie al nuovo impulso a una vita sessualmente attiva prodotto da alcuni farmaci in commercio da qualche anno. Persone, che, non sospettando di aver contratto il virus, scoprono la loro sieropositività quasi sempre in fase avanzata di malattia.

Attualmente a Pisa, negli ambulatori dell’Unità operativa di Malattie infettive dell’Aoup, vengono seguiti circa 1000 pazienti, su una popolazione toscana sieropositiva intorno alle 5000 persone (in Italia sarebbero 120.000) con una percentuale di notifiche (riconoscimento e diagnosi di infezione) che supera il 19% (tre volte la media regionale, che si attesta sul 7,5% – dati Ars-Agenzia regionale sanità 2009-2011). Eppure, mentre la prevenzione resta l’unico rimedio per evitare il contagio, gli scienziati sono allo studio su una nuova generazione di anticorpi monoclonali che, in un futuro neanche troppo lontano, potrebbero curare dall’Aids. Recenti ricerche pubblicate su prestigiose riviste scientifiche hanno infatti dimostrato la capacità di questi anticorpi anti-Hiv di attaccare direttamente il virus circolante neutralizzandolo ed eliminare le cellule già infette con meccanismi citotossici.

Proprio all’Hiv e all’epatite verrà dedicato il Focus 2013 nell’ambito dell’ottava edizione del corso avanzato di terapia antibiotica, che comincia oggi, fino al 20 novembre, all’Hotel San Ranieri (via Mazzei, 2), organizzato come tutti gli anni dal Dr. Francesco Menichetti, direttore dell’Unità operativa di Malattie infettive dell’Aoup. Il Focus sull’Hiv affronterà alcune delle tematiche più attuali e rilevanti nel trattamento dell’infezione da Hiv/Aids. In particolare, sarà posta la madre di tutte le domande: è oggi possibile ritenere la sconfitta dell’Aids un obiettivo alla nostra portata?.

Fonte: Aoup

20131118-141910.jpg

You may also like

By