Hockey/ U20 Maschile: cussini ancora vicecampioni d’Italia

Catania – Ancora una volta è la medaglia d’argento a risplendere sul petto dei gialloblu, come già successo pochi mesi fa al termine del campionato Indoor. Inoltre 3 delle squadre partecipanti alle final four di Catania del week-end 1-3 Giugno si erano già incontrate a febbraio nel torneo finale del campionato al coperto: l’Sh Più Unica Bonomi, l’Acea San Saba Roma e la squadra ospitante Hcu Catania, oltre al CUS Pisa.

PRIMO GIORNO DI GARE – Il primo giorno di gare ripropon la sfida scudetto che si era vista a Pavia per le finali indoor, avversario l’SH Bonomi, vincitrore di quel titolo a scapito dei cussini. La rosa pisana non è al completo difettando di 2 elementi chiave, formazione quindi rivisitata in ottica di questo delicatissimo match. Questa la cronaca: le due squadre si equivalgono a centrocampo ma è la Bonomi a rendersi pericolosa più volte con i gialloblu costretti a difendersi senza riuscire a pungere troppo. Passa così in vantaggio la formazione lomellina con un corner corto che sarebbe probabilmente finito fuori senza la deviazione dell’estremo difensore pisano. Si chiude così la prima frazione che ha visto i verdi più brillanti. Si riparte e il Cus Pisa appare più tonico: la difesa è brava a spezzare le offensive sul nascere e la mediana sforna azioni su azioni rischiando più volte di pareggiare i conti. Ma la palla non vuole entrare in porta, complice anche qualche leggerezza arbitrale i gialloblu non riescono a finalizzare le sfuriate dei propri attaccanti che mettono in seria difficoltà la retroguardia pavese. E alla fine arriva la beffa su contropiede, la Bonomi è brava a gestire una palla infuocata e segnare la rete della “tranquillità”; i pisani però non sono ancora domi e provano in tutte le maniere a segnare la rete della speranza che però non arriva: finisce 2-0 in favore dei verdi.

SECONDA GIORNATA – Nella seconda giornata l’avversario è l’Hc Roma, squadra già incontrata e sconfitta nel campionato indoor. In questa gara la formazione è al completo e si vede: i cussini partono bene e macinano gioco, schiacciando i romani nella propria metà campo; Pagliara e Pedreschi sono imprendibili a centrocampo e la difesa sembra essere più determinata a non rischiare nulla. Arriva così il primo gol gialloblu del torneo: Zoppi insacca con un bel tiro dal limite, preludio del raddoppio che pochi minuti dopo porta ancora la firma del giovane classe ’96, stavolta su schema di corner corto. Dopo il break i pisani sembrano appagati del risultato e la fluidità del gioco ne risente, i passaggi diventano imprecisi, la palla sembra non voler mai arrivare in area: è una festa per l’Hc Roma che alza il baricentro e mette in piedi un vero e proprio assedio davanti alla porta di Terpolilli. Il meritato 2-1 arriva a metà frazione quando Galligani su azione di corner corto respinge proprio sul bastone del lesto attaccante capitolino che con un drive all’angolino accorcia le distanze. Ora sono i cussini a soffrire, la Roma va più volte vicinissima al pareggio ma, come accaduto al CUS il giorno prima, la palla non sembra proprio voler entrare in porta. La liberazione arriva quasi a tempo scaduto quando Grout si inventa un pregevole stop a seguire a limite area e serve Puglisi tutto solo sul palo opposto: 3-1 e fine del match. Arrivano così i primi 3 punti di marca gialloblu.

TERZA GIORNATA – E’ dunque l’ultima giornata a decretare il campione d’italia di categoria: con 2 squadre a 3 punti (CUS Pisa e HC Roma) e una a 6 (Bonomi) tutto è ancora aperto. Ma al termine della gara mattutina i giochi sono già fatti, Roma batte incredibilmente Bonomi 4-0 ed è matematicamente campione in base alla classifica avulsa (con Catania già fuori dai giochi). I cussini quindi devono solamente vincere per poter eguagliare il risultato dell’indoor e acciuffare il secondo posto. Il match coi padroni di casa è sempre ostico e si vede: nel primo tempo nonostante una leggera superiorità sul campo dei pisani il risultato è fermo sullo 0-0. Accade tutto nella seconda frazione, apre la girandola dei gol il Catania che segna su corner corto; a pareggiare i conti ci pensa poco dopo Pedreschi che ancora su corto infila alla destra del portiere etneo. Passano pochi minuti e Pagliara fa vedere a tutti di che pasta è fatto percorrendo tutta l’area in dribbling e segnando con un preciso rovescio che sorprende ancora una volta l’estremo difensore avversario, poi è Zoppi a liberare un drive che Grout deve solo deviare in porta per il 3-1: sembra fatta, ma la reazione d’orgoglio dei padroni di casa porta alla rete del 3-2 (ancora su corner corto, Gazzola ribatte proprio sull’attaccante appostato sul palo) che riapre i giochi. Ora la pressione è tanta, i gialloblu faticano ad uscire dalla difesa complice anche un’eccessiva generosità arbitrale nei confronti degli attaccanti etnei; esce però il cuore pisano, Grout e Pedreschi si inventano un “uno-due” di alto livello ed è l’inglese a finalizzare la splendida azione per la quarta rete pisana. C’è anche il tempo di arrotondare il risultato con il solito Pedreschi che insacca ancora su corner corto. Finisce 5-2 per i gialloblu, sicuri quindi del secondo posto.

COMMENTO – Rimane un po’ di amaro in bocca per l’occasione sprecata il primo giorno contro l’SH Bonomi, ma la forza di questo gruppo si è fatta vedere e gli incontri sono stati giocati sempre con grinta e ad alto livello. Finisce con queste finali un ciclo che durava ormai da 8 anni durante i quali questi ragazzi hanno raggiunto e onorato numerosissimi tornei di finale nelle varie categorie: si parla dei nati nel ’91 e ’92, base solida delle squadre giovanili come della squadra senior. Tocca adesso alle annate successive ’94-’96 portare avanti questo progetto giovanile, facendo tesoro delle esperienze fatte in questi ultimi anni con il gruppo uscente, sicuramente positive e che hanno dimostrato al Cus Pisa di poter fondare basi solide su tutti questi ragazzi per il futuro.
LA SQUADRA – Questi gli atleti presenti a Catania: Terpolilli (GK); Arcidiacono, Gazzola, Galligani, Del Chicca; Ciancarini (C), Pedreschi, Pagliara, Zoppi, Grout; Fiorentini, Puglisi, Mancioppi, Russo, Sommani. Allenatore: Fabrizio Demarchi, All. in seconda: Gabriele Bianco. Dirigente: Stefano Pagliara.

La final four in numeri:
Venerdì 31 maggio 2013
16.30 HCU CATANIA vs DE SISTI ACEA H. ROMA 1-3
18.30 CUS PISA vs SH PIU’ UNICA P. BONOMI 0-2

Sabato 1° giugno 2013
16.30 CUS PISA vs DE SISTI ACEA H. ROMA 3-1
18.30 SH PIU’ UNICA P. BONOMI vs HCU CATANIA 4-3

Domenica 2 giugno 2013
09.30 DE SISTI ACEA H. ROMA vs SH PIU’ UNICA P. BONOMI 4-0
11.30 HCU CATANIA vs CUS PISA 2-5
Classifica finale:

1) DE SISTI ACEA H. ROMA p 6
2) CUS PISA p. 6
3) SH PIU’ UNICA .. BONOMI p 6
4) HCU CATANIA p.0

DE SISTI ACEA H. ROMA Campione d’Italia

By