I Cobas: “Comune condannato per contributi INPS e INAIL non pagati”

PISA – I Cobas pubblico impiego hanno diffuso il comunicato stampa che di seguito riportiamo.

Una sentenza della Corte di Cassazione con la sentenza definitiva di condanna del comune di Pisa per contributi non pagati ai CO.CO.CO negli anni che vanno dal 1994 al 1999. Una vicenda molto lunga nel quale il comune come si è attaccato ad ogni pretesto pur di non riconoscere le sue responsabilità. Perfino una querela di falso (articolo 2700 del codice civile) per i verbali dell’ufficio del lavoro. Il comune deve pagare oltre 6 mila euro. Di chi è la colpa? Ovviamente di nessuno, in compenso si chiede alla Rsu di far quadrare i conti con il prossimo contratto decentrato per riconoscere al personale la stessa quota di produttività erogata negli anni passati. Ci auguriamo, ma abbiamo molti dubbi, che il Comune di Pisa voglia riservare agli attuali precari ben altro trattamento.

Fonte: Cobas pubblico impiego

20131127-234827.jpg

By