I lavoratori del Dna di Pontedera scendono in Piazza per dire no ai licenziamenti

PONTEDERA – I lavoratori e le lavoratrici del Dna di Pontedera sono scese in piazza questa mattina per dire no ai liceamenti in atto all’interno dell’azienda.

I Cobas in una nota inviata alla nostra redazione sottolineano l’impegno verso i lavoratori colpiti da licenziamento.

“È’ dalle 5 di questa mattina che i lavoratori presidiano davanti al Polo logistico di pontedera. Operai\e della Dna sono in sciopero per chiedere la revoca del licenziamento di Sandro Giacomelli, il delegato cobas licenziato nei giorni scorsi e contro I 4 LICENZIAMENTI ANNUNCIATI QUESTA MATTINA DALL’AZIENDA. Come avevamo scritto, il licenziamento di Sandro non sarebbe stato il solo, l’intento della dna è quello di licenziare ora 4 dipendenti e altri ancora nei prossimi mesi. Una decisione inaudita – continua la nota – se pensiamo che non esistono crolli produttivi e l’apporto delle maestranze dna è indispensabile per il funzionamento del Polo logistico. Anche gli operai Ceva sono scesi questa mattina in sciopero a fianco della Dna”.

By