I prossimi avversari. Parla il centrocampista dell’Aquila Corapi

PISA – Archiviata la gara di sabato sera contro il Frosinone che ha fruttato un solo punto in classifica, ma che ha mostrato un Pisa battagliero e agguerrito, si passa a preparare la gara di domenica prossima contro l’Aquila di Giovanni, fratello di Dino Pagliari. E come consuetudine attendiamo la sfida prevista, intervistando alcuni avversari. Ecco quindi che abbiamo contattato telefonicamente Francesco Corapi, centrocampista di esperienza nella categoria, ex Nocerina e Catanzaro, che dopo i tre punti guadagnati a Lecce con la sua squadra, piuttosto fiducioso attende il prossimo match con i nerazzurri, sperando di guadagnare sul campo amico i primi tre punti casalinghi.

Come ti trovi nella tua nuova squadra, visto che sei arrivato da pochissimo, reduce dalla stagione precedente giocata a Nocera?

“Mi trovo bene conoscevo alcuni ragazzi del gruppo e quindi per me e’ stato più facile ambientarmi. Buono anche il mio rapporto con il Mister che non ho mai incontrato in carriera ma che trovo molto in gamba, e che riesce a tenere bene insieme il gruppo.”

E’ di estrema attualità l’esonero del tuo ex allenatore Auteri dal Latina. che ricordo hai della tua esperienza con il Mister?

“Sono stato allenato da lui non solo a Nocera lo scorso anno, ma anche a Catanzaro per due anni e devo dire che sono stato molto bene con lui anzi lo devo solo ringraziare perché mi ha fatto fare il salto di qualità insegnandomi molte cose, anche se poi le nostre strade si sono divise…”

Che partita e’ stata quella di domenica scorsa contro il Lecce?

“Diciamo che e’ stata una buona partita, perché siamo stati bravi in difesa nei primi venti minuti di gioco nei quali il Lecce ci stava pressando, però noi stavamo meglio fisicamente rispetto a loro e quando abbiamo trovato il goal del vantaggio, siamo stati bravi  a ripartire così da trovare addirittura il raddoppio.”

Che giudizio hai sulle nuove regole dell’età media imposte dalla Lega Pro?

“Devo dire che sono fortemente contrario a regole così eccessive, e lo dico nell’interesse degli stessi giovani che trovano spazio per qualche anno e poi, non appena sono fuori quota, perdono importanza e non trovano più spazio nella categoria. La regola attuale e’ molto peggiorativa per i calciatori rispetto a quella dello scorso anno dove bastava che fossero schierati un paio di under, e per il resto giocava chi lo meritava. Ora la formazione la devo fare con la calcolatrice alla mano e rischia seriamente di compromettere la carriera di qualche giocatore che invece possono anche a trent’anni dire la loro, vedi ad esempio Corona  e Zampagna che sono saliti in serie cadetta ormai non più giovanissimi.”

Un tuo giudizio sul girone e sulle squadre favorite.

“Il girone B e’ molto più complesso dell’altro girone in modo evidente. ci sono difatti tante squadre che fanno riferimento a piazze importanti, molto calde e quindi ovunque vai a giocare ti trovi davanti ad una bolgia. Non credo che ci sia una favorita in assoluto, ci sono almeno tre favorite come la Salernitana, il Lecce malgrado la partenza in sordina, e il Benevento. Poi subito a ruota seguono il Pisa il Frosinone ed il Perugia. credo che queste sei squadre saranno di certo tra le prime nove del girone e quindi lotteranno per la serie B”

Ultima domanda : come giudichi il Pisa attuale in rapporto anche al Pisa dello scorso anno che hai affrontato da avversario con la maglia della Nocerina, e quale giocatore attuale del Pisa vorresti nelle file del ‘Aquila?

” Ho visto la partita di sabato scorso tra Pisa e Frosinone in televisione, e devo dire che il Pisa mi ha impressionato per il notevole volume di gioco che ha prodotto. È partito alla grande ma poi si è’ perso proprio nel momento migliore quando è stato espulso Soddimo del Frosinone, e poteva quindi approfittare del vantaggio numerico. Rispetto allo scorso anno ho notato una difesa più giovane e quindi con minor esperienza mentre nella linea offensiva c’è stato un netto miglioramento con l’arrivo di giocatori di grande esperienza per la categoria. Potessi scegliere un giocatore del Pisa da inserire nel nostro gruppo direi Giovinco, che conosco di vista perché qualche volta ci siamo incontrati nel paese di origine di sua madre che è anche il mio, lo giudico un ottimo giocatore. “

Fonte Foto: www.solosalerno.it

By