I prossimi avversari: il Lecce, condannato a vincere

PISA – Almeno sulla carta, il Lecce è senza ombra di dubbio la super  favorita del girone e la corazzata che ha le potenzialità per ammazzare il campionato e salire subito in Serie B. I salentini hanno vissuto una brutta stagione. Era cominciata nel migliore dei modi, poi pian piano il Trapani si è fatto sotto. All’inizio fu esonerato Franco Lerda con l’ex nerazzurro Antonio Toma in panchina. Poi pure Toma perse la volata e venne esonerato anch’esso, per far posto ad Elio Gustinetti che ha perso i play off,  scatenando contestazioni e malumori della tifoseria salentina, sfociata poi in incidenti dopo la finale col Carpi. Quindi rivoluzione in panchina con l’arrivo di Checco Moriero, reduce da una stagione poco fortunata a Grosseto ma con alle spalle un play off vinto alla guida del Crotone. Da giovane ha militato molti anni nel Lecce ed è arrivato in Puglia con la benedizione del suo maestro Carletto Mazzone.  Il Lecce però ha salutato l’ex capitano e bandiera Giacomazzi che non ha gradito la scelta di Moriero di affidare la fascia di capitano a Fabrizio Miccoli. Miccoli, leccese come Moriero, è tornato a casa dopo la retrocessione col Palermo ma soprattutto dopo le polemiche scaturite da sue frasi sul giudice Falcone. La squadra è di primissimo ordine, già con le conferme dell’esperto centrocampista Mariano Bogliacino, ex Napoli ed al Lecce dalla scorsa stagione, così come il difensore Gilberto Martinez  nazionale del Costarica.  Giunto anche il pisano Tommaso Bellazzini, centrocampista. di spessore ed appena svincolatosi dal Cittadella. Ma sono parecchi gli arrivi di qualità, basti pensare ai difensori Kevin Vinetot dal Crotone e Angelo Bencivenga dal Parma che, ha avuto in cambio il giovane Chiricò girato poi al Latina.  Arrivo interessante anche quello di Romeo Papini dal Carpi e di Erminio Rullo che era rimasto fermo dopo l’esperienza di Modena  Come se non bastasse dalla Reggina è arrivato il centrocampista Fabrizio Melara. Infine giovani di qualità dal Milan: il portiere Filippo Perucchini e gli attaccanti Gianmarco Zigoni e Giacomo Beretta.

By