I prossimi avversari: il Perugia tornato nelle mani di Camplone

PISA – A Perugia ancora non è cominciato il campionato ed è già stato esonerato l’allenatore. Infatti è durata assai poco l’avventura di Cristiano Lucarelli sula panchina del grifo. Amichevoli altalenanti pochi risultati, e la società ha così deciso di sollevarlo dall’incarico. Decisone che ha lascito sorpresi gli addetti ai lavori, nemmeno ci fosse ancora luciano Gaucci alla guida del Perugia. E dire che Lucarelli lo scorso anno aveva fatto benissimo con gli Allievi del Parma, con cui aveva vinto Scudetto e Supercoppa. Evidentemente il mondo dei professionisti è altra cosa. A Perugia sono condannati a vincere ed ancora soffrono la sconfitta patita con i nerazzurri nei play off. Il nuovo tecnico è Andrea Camplone che aveva guidato la squadra proprio nel campionato appena trascorso. La campagna acquisti è stata importante. Molte partenze a cominciare da Tozzi Borsoi, Dettori, Italiano, Giordano, Moneti, Anania, Pinti, Ciofani, Politano, Giani, Clemente e  Rantier. Ben 19 i nuovi acquisti e tutti molto giovani. Esperienza però c’è, a cominciare dal difensore Gianluca Comotto, ex Cesena che non ha bisogno di tante presentazioni. Insieme a lui Fabio Mazzeo dalla Nocerina, punta di esperienza sempre a segno in categoria. Dalla Roma è giunto il difensore Simone Sini e dal Parma Gennaro Scognamiglio altro difensore. Dal Napoli spazio a Roberto Insigne, attaccante fratello di Lorenzo e dall’ Atalanta l’esterno destro Andrea Conti. Un buon innesto è il centrocampista Ferdinando Vitofrancesco dal Cittadella mentre dal Livorno è giunto Marco Moscati fino all’ultimo conteso alla Salernitana. La squadra sembra in grado di lottare per i primissimi posti, per cercare il ritorno in B che ormai manca già da alcuni anni.

By