I Riformisti Per Pisa prendono posizione sul campo Rom della Bigattiera

PISA – La recente approvazione della mozione sul campo ROM della bigattiera fa riemergere ambiguita’ ed incertezze preoccupanti sul tema, strategico per la citta’, dell’attuazione di politiche sociali serie, inclusive e coerenti.

Non vorremmo che sotto la spinta di estremismi camuffati da filantropia si aggravino , e non si risolvano, problemi come quello della presenza di persone ROM sul territorio del Comune di Pisa. La lista ‘Riformisti per Pisa’ ha votato la mozione solo in considerazione del preminente aspetto umanitario legato alla presenza di 40 bambini verso i quali ogni sforzo e’ doveroso ma ribadisce punti essenziali rispetto alla gestione del problema tra l’altro condivisi dalla maggioranza e presenti nel programma di mandato del Sindaco Filippeschi:

1. Non si puo’ ridiscutere assolutamente la politica di superamento dei campi ROM a cominciare da quello della Bigattiera dove anni di abusi e violazioni hanno determinato situazioni di debito pesante del Comune verso gli enti fornitori ed il Demanio concessionario

2. Il numero di persone ROM sul territorio del Comune di Pisa non puo’ crescere a dismisura ma e’ fissato negli atti di politica sociale tra l’altro non di competenza del Comune ma della Societa’ della Salute. Un loro incremento non potrebbe che causare disagi e conflittualita’ specie nelle zone periferiche dove gia’ e’ concentrato un preoccupante e crescente disagio sociale.

3. Occorre incalzare e affermare le ragioni del Comune di Pisa ( dove ad oggi pur con le azioni di contenimento la presenza ROM e’ tra le piu’ alte della Toscana) in una politica di area vasta e regionale perche’ la presenza va ripartita e condivisa in piccoli nuclei e su piu’ comuni. In questo senso la lista ‘ Riformisti per Pisa’ denuncia il disimpegno della Regione Toscana che non favorisce politiche redistributive ma lascia soli i Comuni nelle scelte.

Purtroppo abbiamo visto, nel recente dibattito consiliare sulla Bigattiera, il riemergere anche in forze della maggioranza , di accenti che ci paiono propedeutici ad ulteriori e per noi inaccettabili forzature sul tema.

20130811-112825.jpg

By