Il 45esimo “Pulcino d’Argento” a Rocchi e Di Natale

CASCINA – L’ex arbitro internazionale Gianluca Rocchi e l’ex attaccante di Empoli e Udinese Totò Di Natale si aggiudicano la 45esima edizione del Pulcino d’Argento organizzato dai Pulcini Cascina tenutosi lunedì 7 settembre in Piazza dei Caduti.

di Giovanni Manenti

Ringrazio per il Premio, ricordando come 16 anni fa fui premiato proprio qui a Cascina come arbitro emergente e la gara Juventus-Roma fu la gara in cui, facendo degli errori, ha contribuito a migliorarmi come arbitro“. Rocchi sfoglia poi l’album dei ricordi: “La partita che ricordo con più soddisfazione è stata Spagna-Portogallo ai Mondiali: un 3-3 al termine di un incontro esaltante, mentre non posso negare che alla fine di ogni partita ogni arbitro sa come ha diretto, ma il difficile è ammetterlo con se stessi“. Rocchi si esprime poi riguardo il VAR: “È sicuramente un aiuto nella direzione delle partite. Già il fatto che si possa stabilire con quasi assoluta certezza una posizione di fuorigioco è già un grande passo in avanti, il punto fondamentale sta nel fatto che se la gente pretende che non ci siano più errori nelle partite, questo non sarà mai possibile, e sotto un certo punto di vista è anche un po’ il sale del calcio“.

Mister Luca Giannini, l’ultimo ad aver portato il Pisa in serie A ha ritirato il Premio Anconetani: “Abbiamo deciso di dare il premio a Luca Giannini per tutto quello che ha dato al Pisa della nostra epoca“, ha detto Adolfo Anconetani, figlio del compianto Romeo.

A Luca Giannini è andato il Premio Anconetani

Devo tutto a Romeoha detto Luca Giannini in quanto è stato lui ad avvisarmi all’attività di allenatore. Ricordo che ero al Viareggio e quando al primo anno di Presidenza di Anconetani vennero acquistati Mannini, Biagini e Capon, mi fu chiesto se fossi disponibile ad allenare le Giovanili qualora il Pisa fosse stato promosso in Serie B. Io ovviamente diedi subito la mia disponibilità, il Pisa fu promosso ed io potei iniziare il mio percorso di tecnico in panchina“.

Impegnato nei corsi a Coverciano è intervenuto telefonicamente l’ex attaccante di Empoli e Udinese Totò Di Natale: “Ho deciso di fare il corso a Coverciano per prendere il patentino ed allenare le Giovanili. Attualmente alleno a La Spezia, sperando di poter essere confermato, in caso contrario troverò altre soluzioni. Zaniolo è un grande giocatore di grandissime prospettive e penso che per i prossimi 20 anni sentiremo parlare di lui. Per quello che concerne la mia carriera, devo molto a Mister Baldini che ho avuto quattro anni ad Empoli e poi tutti gli altri mi hanno dato sempre qualcosa di importante“.

Dario Rollo, Sindaco Reggente sul palco
Leonardo Cosentini sul palco del Pulcino d’Argento

Sul palco, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, anche il sindaco reggente Dario Rollo, l’assessore allo sport del Comune di Cascina Leonardo Cosentini e l’assessore al commercio Patrizia Favale.

Premio speciale al Cascina A.S.D. per l’ottima prestazione ottenuta nel Campionato di Eccellenza Toscano e la vittoria della relativa Coppa consegnato al direttore sportivo Luca Scaramuzzino ed al mister Luca Polzella.

Premio speciale alla squadra Giovanissimi dell’Atletico Cascina che ha vinto il Campionato Provinciale e disputerà il Regionale

Premio speciale all’arbitro emergente della sezione A.I.A. di Pisa, Andrea D’Aorta.

Premio “Cascina nello sport” a Riccardo Silvestridirettore dell’area comunicazione del Pisa Sporting Club.

Premio “Cascina nello sport” a Roberto Gemmidirettore sportivo del Pisa Sporting Club. “La stagione nasce senza cercare alibi per il periodo di crisi sia economica che psicologica, mentre per l’aspetto tecnico abbiamo la fortuna di avere una grande base cementata in questi due anni, che ci permette di superare le due maggiori difficoltà di ogni società, ovvero la consapevolezza dei propri mezzi e mantenere una umiltà di fondo, restando inteso che chi vuole andare via, non verrà trattenuto, ma al momento nessuno ha fatto questa richiesta”

Premio speciale Matteo Kucichportiere del Pisa Sporting Club.

19° premio “Simone Redini” a Marius Marincalciatore del Pisa Sporting Club, consegnato dal padre di Simone, Claudio Redini nelle mani di Roberto Gemmi, con specifica preghiera di raccontare a Marin chi è stato Simone Redini.

Il quinto premio dedicato alla memoria dell’indimenticato Fabio Fiorentini è andato a Marco Maccheroni Consigliere Regionale F.I.G.C..

Il 28esimo Premio Arnaldo Carpita a Paolo Brosio “Per me Pisa è stata un’esperienza importante, avendo iniziato l’attività di giornalista sia presso il Pisa Sporting Club che al Giornale “La Nazione”, dove sono cresciuto con Antonio Silvestri, il padre di Riccardo, che mi ha fatto moltissimo piacere vedere questa sera qui sul palco“.

La 41ª edizione del premio “Penna d’Argento” a Nicola Binda e Fabiana della Valle de “La Gazzetta dello Sport” . “Il calcio senza pubblico – ha detto Nicola Binda – è un problema per le categoria dalla Serie B e per le serie minori, che difficilmente potrà sopportare la prosecuzione di questa chiusura, sperando che si possa trovare una soluzione pur considerando però, come la salute di tutti, sia prioritaria per tutti“.

La 45ª edizione del premio “Fischietto d’Argento” per l’arbitro debuttante in serie A è andato ad Alessandro Prontera.

La 43ª edizione del premio “Microfono d’Argento” in memoria di Alfredo Provenzali è andato a Riccardo Gentile di Sky Sport.



By