Il call center Vodafone di Ospedaletto compie quindici anni

PISA – Quindici anni di attività per il call center Vodafone con sede a Ospedaletto. Un centro che supera i 400 dipendenti con un’età media di 38 anni e 147 sono assunti dall’inizio, dal 1998.

Vodafone è un’azienda che in Italia dà lavoro a 6788 persone e fattura 7,7 miliardi di euro all’anno, ha 32 milioni di clienti in Italia, 400 milioni nel mondo con un totale di 30 nazioni coivolte, una realtà che capitalizza 112 miliardi di euro. Pisa è il centro più grande per quanto riguarda il circuito delle piccole città, seconda solo a Padova.

«Sono contento che Vodafone tenga a riconoscersi nel rapporto con la città: un’azienda attenta alla città in cui opera e importante per la qualità e la dimensione. Quindici anni fa non si poteva dare per scontato che questa presenza rimanesse negli anni così consistente. Stiamo parlando di una realtà privata che conta lo stesso numero di dipendenti della SAT, azienda che gestisce l’aeroporto pisano. Un gruppo dalla forte caratterizzazione italiana, la cui qualità è espressa dai lavoratori che hanno dato un contributo fondamentale.

“Abbiamo sfatato il mito negativo del call center, un esempio positivo che vede nel contatto umano un aspetto decisivo, oltre ad un’aspettativa di crescita. – ha dichiarato il Sindaco di Pisa, Marco Filippeschi – Vodafone, come la città di Pisa, è stata capace di mantenere una tenuta d’insieme nonostante la crisi. Se l’Italia riprenderà a crescere, sarà una crescita fatta per casi trainanti e un modello. Pisa è una piccola città, ma non ha le caratteristiche proprie doi una piccola città, anzi, ha dimensioni e sviluppo di una città molto più grande. Abbiamo le qualità per essere una città di punta per quanto riguarda la crescita innovativa. La mia partecipazione alla cabina di regia dell’agenda digitale, organismo istituito dal Governo con il decreto del fare, fa sì che Pisa venga riconosciuta come città di riferimento: gli indici di concentrazione, innovazione e qualità ci mettono alla pari di città europee con cui vorremmo fare rete. Senza dubbio, oggi, il primo fattore di soddisfazione è la garanzia del lavoro per tante famiglie”.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Pisa

20131023-122343.jpg

By