Il canottaggio entra nelle scuole. Bella iniziativa della Billi Masi Vigili del Fuoco di Pisa

PISA – Fare entrare il canottaggio nelle aule scolastiche e fare conoscere ai ragazzi questa disciplina sportiva sono gli obiettivi dell’impegnativa proposta messa in atto dalla G.S. M. Billi-S.Masi dei Vigili del fuoco di Pisa.

L’iniziativa si inserisce nel progetto “Remare a scuola” promosso dalla Federazione Italiana Canottaggio volto alla ricerca di collaborazioni tra le Istituzioni scolastiche e le Società remiere per lo sviluppo e la promozione del canottaggio nelle scuole.

“Il G.S. Billi-Masi – sottolinea il responsabile della sezione canottaggio Alessandro Simoncini – da sempre ha dedicato grande attenzione al mondo della scuola e non è un caso che il gruppo di canottaggio del CUS (Centro Universitario Sportivo) si alleni insieme alla squadra e che in occasione di appuntamenti agonistici esista un interscambio con i nostri atleti universitari. Con questo progetto vogliamo estendere questo sodalizio remiero alle scuole secondarie di primo grado – continua Simoncini -per raggiungere ragazzi di età molto giovane che possono trovare nel canottaggio un importante strumento di crescita. Portare il canottaggio nelle aule delle scuole pisane, inoltre, significa esaltare e rinnovare le tradizioni remiere della nostra città”.

La prima struttura didattica ad essere interessata da questa iniziativa è stata l’Istituto comprensivo V. Galilei dove, per un’intera settimana, uno staff della Billi-Masi ha esposto agli oltre 180 ragazzi partecipanti la tecnica dell’ arte remiera e trasmesso la passione per questo sport anche grazie alla diretta esperienza del responsabile del progetto Massimiliano Landi, atleta ex campione del mondo.

“Dopo la fase propedeutica al progetto curata da Michele Piccolomini, che ha provveduto ai contatti con gli istituti scolastici – ci illustra Massimiliano Landi – l’iniziativa è entrata nel vivo con la realizzazione di due incontri per ogni classe, nel primo dei quali sono stati proiettati video sul canottaggio olimpico, sulle principali competizioni, sulle manifestazioni rivolte ai giovani e sulle rappresentazioni storiche delle Repubbliche marinare e del Palio di San Ranieri per poi passare nel secondo incontro ad una vera e propria simulazione di voga a terra.

Tutto il progetto è stato seguito dai partecipanti con grandissimo interesse – continua Landi – ed ha riscosso grande successo anche grazie alla disponibilità e alla collaborazione del dirigente scolastico e del corpo docente dell’ Istituto V. Galilei che con entusiasmo hanno contribuito al perfetto svolgimento del progetto”. In particolare la prova pratica sui remò ergometri, comunemente utilizzati dagli atleti durante gli allenamenti, ha suscitato grande curiosità nei ragazzi, come ci raccontano gli organizzatori, che hanno voluto ripetere per più volte le brevi prove proposte e partecipare con impegno alla gara sui 100 metri disputata sulla base delle classi di appartenenza culminata con la premiazione dei tempi migliori alla presenza di Eleonora Trivella, atleta della Billi campionessa mondiale 2010, vice campionessa del mondo 2012, bronzo alle Universiadi e ai Campionati del mondo 2013.

“Un progetto ambizioso – commentano Massimilano Landi e Alessandro Simoncini – al quale anche numerosi atleti della squadra hanno voluto offrire il loro contributo riconoscendo l’importanza della promozione del nostro sport nell’ambito scolastico e al termine del quale è previsto un coinvolgimento di circa 3000 ragazzi”.

Il calendario dell’iniziativa prevede il proseguimento in altri complessi scolastici ed in particolare presso la Scuola Secondaria Leonardo Fibonacci dal 18 al 30 novembre e la Scuola G. Gamerra dal 2 al 15 dicembre.

Grande valore all’iniziativa viene espresso anche da Leonardo Antonini, allenatore della squadra e coordinatore della Commissione Tecnica Regionale di Canottaggio, che dal suo osservatorio privilegiato permanente in contatto con gli atleti più giovani, sottolinea il grande ruolo rivestito da una disciplina sportiva come il canottaggio nei confronti dei giovanissimi e la grande responsabilità degli allenatori e dei tecnici delle Società sportive. “Nello sport deve essere alimentata e coltivata la mentalità del gruppo – afferma Antonini- salvaguardando le individualità di ogni atleta come ricchezza umana e sportiva. Questa è la priorità perseguita anche nella nostra squadra Billi-Masi aperta a chiunque voglia condividere la passione del canottaggio”.

Per informazioni sulla squadra Billi-Masi è possibile consultare il sito www.canottaggiobilli.it, la pagina facebook VVF Billi Rowing Club Pisa oppure contattare telefonicamente l’allenatore Massimiliano Landi al numero 3922837142.
​​​​​​

20131119-022219.jpg

20131119-022227.jpg

You may also like

By