Il Catanzaro, nessuna rivoluzione, acquisti mirati a far bene

PISA – Il Pisa domani affrontera’ la lunga trasferta di Catanzaro. I calabresi hanno vinto a Lecce per 2-1 portandosi a quota otto punti in classifica e quindi al secondo posto, ma sono una compagine temibilissima tra le mura amiche.

Al “Ceravolo” i giallorossi sono imbattuti, un pareggio (1-1 contro il Viareggio) e vittoria per 1-0 contro la corazzata Frosinone. Insomma una trasferta da prendere con le molle per il Pisa come insegna il recente passato. La scorsa stagione infatti i nerazzurri uscirono sconfitti da Catanzaro per 1-0.

Un Catanzaro rinnovato rispetto alla scorsa scorsa stagione. Oltre all’allenatore anche molti giocatori nuovi. Dall’ex mister Somma al rampante Oscar Brevi e al so 4-2-4, ma non c’è’ stata una vera e propria rivoluzione.

E’ arrivato dal Latina promosso in B il portiere Giacomo Bindi ed Emiliano Tortolano. Sono arrivati dal Benevento l’attaccante Domenico Germinale e dal Cittadella Martignago, ma sono rimasti nella rosa dei calabresi giocatori importanti nell’economia del gioco come Russotto (ex Udinese), Catacchini (ex Frosinone) e l’attaccante Fioretti. Da temere anche elementi del calibro di Leandro Vitiello, molto esperto in categoria e che ha già affrontato il Pisa molte volte e Tommaso Squillace centrocampista di sostanza, ormai da tre anni a Catanzaro dove ha partecipato anche alla promozione dei calabresi dalla Seconda alla Prima Divisione.

20130928-132456.jpg

By