Il centrocampista austriaco del Frosinone Robert Gucher: “A Pisa per i tre punti”

PISA – Grazie alla disponibilità dell’ufficio stampa del Frosinone Calcio in vista della partita con i nerazzurri abbiamo sentito le impressioni del centrocampista austriaco Robert Gucher.

Gucher è nato a Graz il 20 febbraio 1991 è alto 182 cm per 71 kg. E’ in Italia da circa 5 anni. Dal 2008 al 2010 è stato a Frosinone, poi l’esperienza nel genoa dove ha vinto un campionato primavera, poi è ritornato nel 2011/12 in Austria nel Kapfenberg (serie A austriaca) e da quest’anno è di nuovo al Frosinone.

Robert Gucher,centrocampista austriaco del Frosinone in azione

Robert, sei soddisfatto dell’ esperienza nel calcio italiano?

“Sono molto contento, sono qui da 5 anni, dal 2008 al 2010 a Frosinone, poi sono andato al Genoa dove ho vinto un campionato Primavera, dopo ho avuto un infortunio al menisco poi son ritornato un anno in Austria e ora sono di nuovo a Frosinone e sto giocando con continuita’ “.

Che differenza hai trovato fra il calcio italiano e quello austriaco?

“L’Austria e’ un paese piccolo e lo sport principale e’ lo sci, qui in Italia il calcio è seguitissimo e c’è piu partecipazione”.

Che Pisa  vi aspettate?

“Una buonissima squadra che ci ha messo in difficolta’ all’andata. So che non stanno passando un buon periodo ed hanno cambiato l’allenatore”.

Temete questo cambio?

“Quando c’è un cambio,è chiaro che le cose non sono andate bene, ma appunto per questo i giocatori vorranno dimostrare al nuovo allenatore tutto il loro valore e ce la metteranno tutta”.

E le vostre contromisure?

“Stiamo pensando al Pisa da martedi’. Sinceramente non sappiamo ancora con quale modulo giochera’, ma noi verremo preparati e determinati a prenderci i tre punti, perche’ vogliamo restare nei playoff”.

Descrivici ‘l’ambiente di Frosinone…

“Citta’ tranquilla, ambiente umile, buona squadra, mix di giovani e di esperti”.

Quali sono le tue caratteristiche come centrocampista?

“Gioco davanti alla difesa, ma ultimamente ho fatto anche la mezzala e mi piace tirare da fuori area”.

Come vedi questo finale di campionato?

“Ci sono sei partite, che saranno sei finali di campionato ed ogni partita sara’ dura. L’Avellino è in testa, ma io vedo fortissime la Nocerina ed il Perugia”.

By