Il Comitato della Motorizzazione ricevuto dal Ministero Infrastrutture e Trasporti

PISA – Il Comitato per la difesa della Motorizzazione è stato ricevuto al Ministero Infrastrutture e Trasporti. Alla riunione, promossa dal Consigliere Regionale Andrea Pieroni, hanno partecipato in rappresentanza del Comitato Maurizio Bandecchi (CNA) e Stefano Ghilardi (Amici di Pisa).

Per il Ministero erano presenti l’ing. Giovanni Lanati (dirigente del citato Dicastero) ed il dottor Andrea Pacella con il dottor Gianluca De Cristofaro della segreteria della Ministra Paola De Micheli. La delegazione del Comitato ha esposto le buone ragioni del territorio pisano che “ha il diritto di avere una sede pienamente funzionale per gli uffici della Motorizzazione Civile e soprattutto di servizi sempre migliori. L’accorpamento funzionale fra le sedi di Livorno, Massa e di Lucca non deve inficiare l’efficienza dei servizi erogati ai cittadini e alle imprese. Saranno quindi apprezzabili, – è la posizione del Comitato – tutti gli sforzi che possano migliorare la qualità ed i tempi delle pratiche. La dotazione di personale attualmente sotto organico, dovrà essere adeguatamente ripristinata e potenziata perché è uno dei presupposti principali per garantire quei servizi e le consulenze più rapide oltre che altamente professionali come è già adesso”.


I rappresentanti del Ministero hanno rassicurato su due fattori principali: per dare la massima continuità e migliorare la qualità, per utenti e addetti, della attuale sede pisana posta a Ospedaletto, è stata confermata l’intenzione, che potrebbe trovar anche rapida concretizzazione, di ampliare la attuale sede con l’utilizzo del piano superiore per avere più spazio per gli uffici e per il pubblico oltre che della ricerca di una soluzione per lo svolgimento degli esami sempre in area Ospedaletto. Rassicurante anche l’impegno a aumentare la dotazione organica di personale, specie per lo svolgimento delle operazioni di revisione in esterna. Soluzione apprezzabile da ogni punto di vista purché ovviamente non si costringano le imprese, i cittadini e le agenzie a dover continuare ad usufruire della piattaforma di Lucca.


Infine attraverso le sollecitazioni del Comitato, la compagine ministeriale ha fornito garanzia della pronta disponibilità all’interlocuzione che miri a dotare di una sede stabile e pienamente operativa il territorio di Pisa. È stato infatti formulato l’auspicio che possa essere trovato il più ampio e inclusivo spirito di collaborazione anche con gli enti locali, Regione e Provincia, oltre al Comune di Pisa, per poter fornire il più ampio ventaglio di possibilità di soluzioni per dotare il territorio delle soluzioni che merita

By