Aeroporto. Il Comune di Pisa chiede il sequestro delle quote Sat che sono in mano alla Regione. Ora la parola spetta al Tribunale

PISA – Il Comune di Pisa ha fatto ricorso alla sezione imprese del tribunale di Firenze per ottenere il sequestro urgente delle quote della società di gestione dell’aeroporto di Pisa, Sat, in possesso della Regione Toscana (sono il 16,90% del capitale azionario) affinché non siano messe in vendita.

In subordine il ricorso – firmato come legale rappresentante dal sindaco Marco Filippeschi – chiede al tribunale un provvedimento in cui ingiunga alla Regione di non vendere le quote, ciò in rispetto dei patti parasociali di Sat, che sono in essere fino al luglio 2016, e che, ritiene il ricorrente, verrebbero altrimenti violati dalla Regione con la vendita delle sue azioni. Il ricorso, presentato dagli avvocati Antonio Marcello Calamia e Susanna Caponi di Pisa alla cancelleria del tribunale, è stato assegnato stamani al giudice Ludovico Delle Vergini. Domani lo stesso giudice ne prenderà visione e, in teoria, potrebbe già decidere senza sentire le parti, oppure, se si renderà necessario, potrebbe convocarle ‘ad horas’. Data la natura del ricorso, la decisione deve essere fatta entro breve tempo. La presentazione del ricorso è già stata comunicata alla Consob. Il dibattito si è acceso dopo la manifestazione di un’Opa da parte del gruppo argentino Corporacion America per l’acquisto di quote di Sat, ma il patto di sindacato della stessa Sat l’ha bocciata esprimendo un giudizio di non congruità sia in termini di offerta economica sia di disegno strategico complessivo.

Fonte: ANSA

20140528-222137.jpg

You may also like

By