Il Comune di San Giuliano al fianco dei lavoratori del Gruppo Greco

PISA – Nella seduta del 12 giugno il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità una mozione con cui viene espressa solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori della società del gruppo Greco

image

addetti allo sporzionamento nelle mense scolastiche che, come ormai purtroppo è risaputo da tempo, non percepiscono stipendio a fronte di regolare prestazione nonostante GeSTe – la società in house del Comune che gestisce il servizio di refezione scolastica – corrisponda regolarmente al gruppo Greco con cui ha rapporti contrattuali diretti – quanto spettante per le prestazioni dei lavoratori.

La solidarietà dovrebbe concretizzarsi attraverso – l’impegno dell’Amministrazione Comunale a mettere in atto tutte le procedure per sanare la mancata erogazione dei salari; in particolare viene richiesto che venga dato mandato alla stessa GeSTe di sospendere i pagamenti nei confronti del gruppo GRECO, liquidando invece direttamente quanto dovuto alle lavoratrici e ai lavoratori, previa verifica di legittimità; saranno attivate anche le necessarie azioni risarcitorie nei confronti della società eventualmente inadempiente
– l’impegno dell’Amministrazione Comunale e dello stesso management della società GeSTe a verificare la fattibilità, nelle forme e nei modi di legge, della reinternalizzazione del servizio di sporzionamento relativo alla mensa scolastica.

“Con l’approvazione di questa mozione – interviene il Sindaco Sergio Di Maio – è stato fatto un ulteriore importante passo in avanti in una vicenda che si trascina ormai da tempo e che continua a preoccupare non poco questa Amministrazione e la società GeSTe che, da quando sono state coinvolte, chiarite le proprie posizioni, si sono adoperate ciascuna per proprio ruolo e per proprie competenze per una risoluzione il più veloce possibile del problema. Non posso che augurarmi che le azioni per cui ci siamo impegnati riescano ad aiutare concretamente tutte le famiglie delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti.”

By