Il Comune di San Giuliano Terme torna in Ancot, l’Associazione Nazionale Comuni Termali

SAN GIULIANO TERME – Il Comune di San Giuliano Terme decide di aderire nuovamente ad Ancot, l’Associazione Nazionale Comuni Termali.Il Consiglio comunale ha approvato questa proposta nella seduta del 30 novembre, dopo essere passata dalla Giunta.


Abbiamo avuto modo di interloquire con Ancot durante la prima fase dell’emergenza sanitaria – commenta il sindaco Sergio Di Maio – e abbiamo potuto riscontrare due aspetti: la facilità di dialogo con Regione e governo e l’ottima qualità del lavoro di squadra dei comuni aderenti. Noi abbiamo sottoscritto una lettera perché si considerasse a suo tempo una riapertura in sicurezza degli stabilimenti termali e nel giro di poco tempo è arrivato il via libera. Essendo un metodo di lavoro in cui ci rispecchiamo molto, abbiamo approvato in Giunta la volontà di tornare in quest’associazione, confermata poi dal Consiglio comunale lo scorso 30 novembre. L’adesione servirà a rafforzare i contatti tra territori e istituzioni per contribuire allo sviluppo turistico della frazione capoluogo e, più in generale, di tutto il nostro Comune. Le terme in salute vuol dire una boccata d’ossigeno per il turismo, per l’occupazione e per le attività commerciali di San Giuliano Terme, non dimentichiamolo“.

Il mio ringraziamento va ancora una volta alle associazioni e alle istituzioni che ci hanno dato una mano a riaprire dopo il primo lockdown, dal momento che avevamo tutte le carte in regola per poterlo fare in assoluta sicurezza, essendo Bagni di Pisa anche un presidio sanitario riconosciuto con personale medico – fa sapere Thomas Parenti, general manager dello stabilimento termale sangiulianese -. Quindi grazie al Comune di San Giuliano Terme e grazie ad Ancot per il contributo e il sostegno, che sono certo non mancherà anche qualora dovessero tornare ulteriori restrizioni nazionali dovute al contenimento dell’infezione da Covid-19. Auspichiamo quanto prima una ripresa del settore turistico, che ci vede ovviamente coinvolti. Il lavoro delle istituzioni e di associazioni come Ancot credo debba rivolgersi anche a questo campo“.

By