Il cordoglio degli “Amici di Pisa” per la scomparsa di Paolo Terreni: nuovo lutto nel mondo della pisanita’

PISA – “A neanche una settimana dall’improvvisa scomparsa di Paolo Vestri, giornalista, esperto di Vernacolo e di Pisanità, il mondo della cultura alfea piange la morte di Paolo Terreni, anch’egli giornalista, scrittore, ma anche fumettistadisegnatore e vernacolista”.

Diplomatosi in Ragioneria nel ’74, ben presto si fa strada in lui una carica di curiosità e simpatia che trova sfogo nei numerosi e successivi viaggi in Africa e nel mondo della grafica, del disegno, raccontando a fumetti scene di storia pisana con una grazia e simpatia degni del miglior Albert Uderzo creatore di Asterix e Obelix. Mai s’era visto un modo di raccontare la storia passata di Pisa e la contemporaneità sportiva in tale modo: un modo che ha fatto appassionare alle vicende pisane tanti ragazzi oggi ultraquarantenni. L’incontro con il celeberrimo presidente del Pisa Sporting ClubRomeo Anconetani fu per Terreni un trampolino di lancio per lui che, già attivo nella produzione fumettistica della “Vita di San Ranieri” secondo la letteratura di Domenico Sartori, riuscì a rendere ancora più indimenticabili le prodezze del geniale Romeo e dell’undici neroazzurro. Memorabile il suo “Nanni da Pisa”, la storia di un Crociato di ritorno a Pisa dalla Terrasanta, fino al più recente “Un professore nella Pisa che fu” presentato con molta partecipazione di pubblico il 24 febbraio dello scorso anno presso la sede degli “ Amici di Pisa “.

Un vignettista in versione pisana certo, ma colto e raffinato, tutt’altro che autoreferenziale. Grazie di tutto Paolo, ci mancherai.”

Franco Ferraro – Presidente degli Amici di Pisa

20131021-175709.jpg

By