Il derby del “Foro” termina a reti bianche. Pisa spuntato per la Lucchese un punto d’oro

PISA – Il Pisa non ce la fa a superare la Lucchese. All’Arena finisce 0-0 con i nerazzurri che nella ripresa hanno provato in tutti i modi a vincere.

PREVIEW. Braglia deve ancora fare i conti con le assenze. Fuori Paci. Rozzio e Costa. Il tecnico maremmano lascia fuori inizialmente Giovinco e presenta dal primo minuto il recuperato Napoli, Stanco e Arma in attacco. Davanti a Pelagotti difesa a tre con Dicuonzo, Lisuzzo e Sini. Centrocampo a cinque con Pellegrini, capitan Morrone, Iori, Misuraca prescelto dal tecnico nerazzurro come interno di centrocampo e Napoli schierato come quinto di centrocampo. In attacco la coppia Arma e Stanco. In panchina c’e ancora il giovane D’Angina, che fa parte della Berretti di Amoroso e viene ancora aggregato alla prima squadra come successo sabato scorso con il San Marino. La Lucchese di Guido Pagliuca recupera tutti i suoi effettivi e schiera inizialmente il 4-3-1-2 tanto caro all’ex tecnico del Cecina, che non può disporre dello squalificato Lo Sicco. Al suo posto dietro le due punte Ferretti e Raicevic, c’è Chianese, con un centrocampo che vede tra i suoi interpreti principali l’ex di turno Nicola Mingazzini, oltre a Nolè e al promettente Boilini arrivato in estate alla Pantera in prestito dal Carpi. I due portieri sfoggiano un completo sgargiante. E mentre Pelagotti sceglie il verde, il suo collega ed ex Di Masi indossa una maglia arancione. Prima del derby il presidente dell’Ac Pisa 1909 Carlo Battini ha consegnato la maglia celebrativa del Pisa per i dieci anni di sponsorizzazione, del Corpo Guardie di Città, che compie il decennio come partner della società di Piazza della Stazione.

20141107-224615.jpg

IL PRIMO TEMPO. Pisa in completo nerazzurro, Lucchese in maglia bianca con strisce orizzontali rossonere. Al momento dell’ingresso in campo delle due formazioni, grande coreografia della “Curva Nord Maurizio Alberti” con il bandierone che sfila dall’alto verso il basso con la scritta “Forza Ragazzi, Fatelo per Noi”. È del Pisa la prima occasione del match dopo nemmeno sessanta secondi di gara con un tiro dal limite di Arma, che viene però facilmente bloccato a terra da Di Masi. Il Pisa parte in attacco e cerca subito di arginare il muro rossonero. La Lucchese però è ben messa in campo. All’11’ da una punizione dalla destra di Chianese scontro fortuito in area nerazzurra tra Stanco e Calistri. Gioco fermo per almeno due minuti. Entrambi i giocatori pero’ riprendono senza particolari problemi il match. Al 19′ Napoli are a destra per Pellegrini, il cross pesca la testa di Arma che però schiaccia a terra la sfera, che termina sul fondo. Non è una gara dai ritmi alti. Il Pisa cerca di lavorare ai fianchi la Lucchese. Molte sono le imprecisioni da una parte e dall’altra. Al 24′ ennesimo cross dalla destra di Pellegrini, deviazione della difesa rossonera e palla che perviene ad Arma, che con il destro mette però sul fondo. Al 28′ il primo ammonito del derby del Foro è Vittiglio. Negli ultimi dieci minuti della prima frazione la gara si vivacizza. Misuraca manca da pochi passi la sponda di Napoli su un corner ben calciato da Iori (34′), che pochi istanti dopo perde un pallone pericoloso al limite dell’area del Pisa, che fa venire i brividi all’Arena. C’è spazio anche per un occasione per la Lucchese (44′) con un tiro cross di Boilini deviato in angolo da Pelagotti. Pochi minuti più tardi, Napoli prova il pallonetto dalla sinistra costringendo Di Masi a mettere in angolo con la mano di richiamo. Sul corner di Iori Lisuzzo di testa schiaccia la sfera, che termina però tra le braccia di Di Masi. Prima della fine del primo tempo (assegnati tre minuti di recupero) c’è spazio per l’ammonizione di Calistri per un brutto fallo sull’out di destra su Pellegrini, con il Sig. Valiante, che però non fa battere la punizione al Pisa. Si va al riposo dunque sullo 0-0.

20141108-092105.jpg

IL SECONDO TEMPO. Al ritorno in campo c’è subito un cambio per la Lucchese: dentro un altro ex Strizzolo, fuori Ferretti. Il Pisa conquista subito due corner. Sugli sviluppi del secondo (2′) Stancocon il destro mette fuori su traversone di prima di Iori.

20141108-092442.jpg

Al 4′ ancora un grande rischio per la porta lucchese: per poco Mingazzini su cross da destra di Pellegrini non spedisce la palla nella propria porta. Ne vien fuori solo un angolo per il Pisa, che non ha esito. La squadra di Braglia sembra però più convinta rispetto al primo tempo. Raicevic si becca il giallo per un ingenuo fallo a centrocampo. Al 9′ scontro fortuito tra Napoli e Vittiglio. L’ingresso in campo dei sanitari delle due squadre con acqua e bomboletta sparay attenuano il dolore della capocciata. Si riprende e al 14′ Espeche si appende alla maglietta di Arma che va giù: è rigore per tutta l’Arena, ma non per Valiante che fa proseguire tra lo stupore generale. Al 15′ fuori Mingazzini (fischiatissimo) e dentro Degeri. Il Pisa continua a spingere, ma gli spazi sono inevitabilmente chiusi dalle parti di Di Masi. Braglia al 21′ gioca la carta Giovinco che subentra a Francesco Stanco. Il match però è bloccato. Al 26′ è il turno di Mandorlini a subentrare sul terreno di gioco al posto di Napoli. Il Pisa spinge e al 28′ cross da destra di Iori stacco di Morrone che costringe Di Masi alla deviazione super in calcio d’angolo. Giovinco cerca di dare brio alla contesa. Ma al 32′ i nerazzurri rischiano con Strizzolo lanciato a rete, fermato alla disperata dalla scivolata di Sini, che concede solo l’angolo. Grande rischio per il Pisa che al 34′ effettua il terzo cambio. Fuori proprio Sini rilevato da Finocchio. Squadra super offensiva quella nerazzurra, che presta il fianco (39′) ai contropiede rossoneri. In uno di questi Raicevic è fermato con le cattive da Dicuonzo. L’attacco nerazzurro è insistente. La squadra di mister Braglia ci prova fino alla fine, in maniera confusa, senza trovare spazi. Dopo 5′ di recupero finisce 0-0.

Le foto del derby sono di Francesco Batoni

You may also like

By