Il Dg Fabrizio Lucchesi: “Abbiamo chiarito tutto. Le frasi sono state male interpretate”

PISA – Torna il sereno in casa Pisa dopo le dichiarazioni di mister Pane tra sabato e domenica, che poco erano piaciute al presidente Carlo Battini.  Oggi ci ha spiegato tutto il Dg Fabrizio Lucchesi. 

La notte tra sabato e domenica ha portato consiglio al patron nerazzurro e il summit di ieri della triade societaria (Battini, Lucchesi e Pane) ha spazzato via le ultime nuvole che stavano addensando casa Pisa. Insomma in vista della gara contro il Perugia serve serenità e l’incontro è servito proprio a questo come ci spiega il Dg Fabrizio Lucchesi che parla anche della gara di lunedì sera contro il Perugia.

Dopo le incomprensioni tra Pane e il presidente Battini ieri c’è stao un summit societario. Tutto chiarito?

“Assolutamente sì. Ci tenevamo a chiarire questo qui pro quo che c’è stato in questi giorni perchè era importante riportare le cose a posto. Intorno al Pisa c’era un pò di confusione e in casa nostra la confusione non ci piace”.

Nel dettaglio quali sono stati i punti affrontati?

“Il punto è che le parole di Pane e quelle di Battini erano state male interpretate. Pane ha detto che con la sua conferenza stampa di sabato mattina voleva dare solo stimolo alla squadra e a tutto l’ambiente in generale. L’impresa di poter centrare i play-off è stata male interpretata in questo senso: Pane voleva dire solo che adesso serve il 120% dell’impegno da parte di tutti. E questo mi trova d’accordo”.

E’ stato toccato il punto sull’impiego degli Under?

“Certo. Pane ci ha spiegato che domenica contro il Gubbio aveva esigenze tecnico tattiche tali da non permettergli di schierare Under dal 1′. Si è giocato il Bonus, un bonus politico”.

L’intendimento ad inizio stagione della società era quello di schierare gli Under…

“Infatti abbiamo chiesto a Pane che quella di domenica scorsa deve rimanere solo un eccezione. Non vogliamo mettere davanti il fatturato sportivo, però sino ad ora abbiamo fatto così e dobbiamo continuare a farlo come da progetti societari”.

Quindi i rumors che davano Pane in bilico sono stati cancellati?

“Il mister non è mai stato in bilico. Ha avuto sempre la piena fiducia da parte mia e da parte del presidente. Noi siamo fino a questo momento in linea con gli obiettivi societari. Molti si lamentano ma il Pisa nel girone d’andata, che è stato meraviglioso aveva cinque punti e adesso ne ha sei, quindi uno in più. Questo fa capire un pò com’è la musica di questo girone. Il mio pensiero è quello che adesso è necessario stare tutti uniti, non sparare sulla croce rossa, per dare vantaggi magari agli altri che possono prendere subito la palla al balzo. Il bilancio di Pane poi in questa stagione è buono come quello di tutta la squadra e non vedo perchè debba essere in discussione”.

Domani la squadra tornerà ad allenarsi in vista della gara con il Perugia. Ci può fare il punto sulle condizioni di Favasuli, Buscè e Rizzo?

“Rizzo ha uno stiramento ed effettuerà le ecografie domani che serviranno a chiarire l’entità dell’infortunio e il tempo di recupero. Di sicuro non sarà della partita contro il Perugia. Buscè domani così come Favasuli effettuerà un lavoro differenziato. Siamo fiducioso per entrambi. Potrebbero essere della partita. Ciccio ha preso solo una brutta botta e tengo a precisare che non è una ricaduta dell’infortunio precedente, ma solo una botta al ginocchio”.

Come colloca a livello di importanza la partita di lunedì sera con il Perugia?

“Una partita difficile ma sicuramente non spartiacque come ha scritto qualcuno. Di gare così ne dovremo affrontare tante da qui alla fine del campionato, quindi va affrontata con concentrazione e voglia. Il Perugia è una squadra che ha fatto molto bene, ha i nostri stessi punti. All’andata quando l’affrontammo era addirittura in testa. Abbiamo fatto una grande gara e l’abbiamo battuta. Questa volta abbiamo la possibiliutà di ripeterci davanti al nostro pubblico, in notturna e la diretta tv con un atmosfera particolare”.

Un Lucchesi fiducioso dunque?

“Come faccio a non esserlo. Ho visto la squadra in ripresa. Dall’influenza si esce gradatamente. A noi adesso gocciola ancora il naso, ma ci stiamo ritrovando nei movimenti in campo e nella serenità fuori. Il nostro obiettivo è quello di ritrovare lo standard del girone d’andata che ci portò in testa al campionato.

You may also like

By