Il doppio ex Gianluca Sgarra: “Andria-Pisa finirà in parità”

PISA – La vigilia di Andria-Pisa è arricchita dalle parole di un doppio ex: Gianluca Sgarra, che ha militato sia nelle file del Pisa che nella squadra pugliese vincendo anche un campionato con i biancazzurri nella stagione 2008-2009 dalla C2 alla C1.

La carriera di Gianluca Sgarra. E’ nato a Roma il 27 Febbraio 1978, 184 cm per 80 kg. Ha esordito in terza serie con la maglia della Viterbese dove ha giocato dal ’96 al ’99. Arriva a Pisa nella stagione 2001-02 (sotto la presidenza Mian-Gentili) proprio dalla Fidelis Andria dove aveva disputato una grande stagione impressionando gli allora operatori di mercato nerazzurri. Lascia il Pisa nel 2004 per tornare ad Andria. Per lui esperienze negli anni successivi anche ad Ancona, Foggia, Real Marcenise e ancora Andria, ma questa volta Bat come è denominata attualmente dopo il fallimento. Con i pugliesi vince il campionato di C2 realizzando anche un gol. Gli utlimi scampoli della carriera li trascorre a Latina con mister Mauro Facci dove arriva a gennaio, appena in tempo per conquistare la promozione in C2. Chiude la carriera due anni e mezzo fa in Eccellenza con la maglia del Pisa Sc.

Gianluca Sgarra ex di Pisa e Andria

Ciao Gianluca, intanto come stai?

“Bene, ho smesso di giocare a calcio ormai da due anni e mezzo ma continuo a seguire le vicende del Pisa”.

Hai indossato le maglie di Andria e Pisa…

“Sono due città che hanno rappresentato tanto per me. A Pisa oltre a trovare parecchi amici ho trovato la compagna della mia vita, Elisa, con cui mi sono sposato. Ad Andria invece ho avuto l’affetto di mio padre che è andriese, oltre ad avere nonni e zii”.

Quindi domani per te sarà difficile fare un pronostico?

“Spero finisca in pareggio, è il risultato più probabile. Il Pisa ha battuto il Latina ma sarà orfano di Mingazzini a centrocampo, mentre  l’Andria dopo il pareggio contro la Nocerina ha molto entusiasmo e beneficerà del pubblico che si farà sicuramente sentire. Per il Pisa non sarà affatto una partita facile”.

By