Il Ds Roberto Gemmi: “Un Pisa tecnico e di spessore. Crediamo molto in questa rosa”

PISA – Uno dei principali artefiici della conquista della serie B è senza dubbio il ds Roberto Gemmi che dopo l’exploit nello scorso mercato di gennaio è stato protagonista del rafforzamento ulteriore del Pisa in corso d’opera anche nel mercato appena concluso. Questa mattina affollata conferenza stampa di presentazione dei nuovi arrivi e le prime conclusioni.

di Antonio Tognoli e Giovanni Manenti

Sono arrivati all’ombra della Torre giocatori esperti come Soddimo, Pisano, Vido e Caracciolo oltre a due giovani emergenti come Dekic e Pompetti.

“Questi ragazzi hanno un importante indice sia tecnico che di spessore per far sì che nell’immediato si possa migliorare la forza di una rosa su cui noi crediamo – afferma il Ds nerazzurro Roberto Gemmi – Gli acquisti di Dekic e Pompetti sono stati effettuati in prospettiva futura”.

“Per gli altri acquisti si tratta di giocatori con già delle positive e maggiori esperienze in categorie anche superiori e per i quali abbiamo tenuto in considerazione, come sempre, anche l’aspetto umano e caratteriale, anche se per il loro contributo alla causa sarà come sempre il campo ad essere testimone”.

Il ds nerazzurro Roberto Gemmi parla di Asencio che ha iniziato con due gol e altrettante sconfitte, la sua nuova esperienza con il Cosenza di mister Braglia:
“Per Asencio che sta facendo bene a Cosenza, sono contento per lui a dimostrazione che il valore del ragazzo esiste. A Pisa non si è creata l’alchimia giusta per poter proseguire nel rapporto”.

Si passa a parlare dell’altra cessione, quella di Ramzi Aya: “Si è trattato di una scelta tecnica in accordo con il tecnico e l’offerta economica non ha inciso sulla cessione”.

Il ds nerazzurro sposta poi l’attenzione sui due giovani, Dekic e Pompetti, i due giovani hanno fatto bene a livello di Primavera, ma è ovvio che giocare tra i cadetti non è la stessa cosa, ed a loro ho detto che Pisa è un banco di prova per ambiente, tifoseria e quant’altro per cui se superano questo esame potranno avere delle prospettive in futuro”.

By