Il grifone, un prezioso manufatto islamico

PISA – Protagonista del terzo appuntamento con i Nuovi ‘miracoli’ nel Museo dell’Opera del Duomo di Pisa , giovedì 18 febbaraio alle ore 17, sarà il magnifico Grifone bronzeo di manifattura islamica, raccontato da Anna Contadini, docente nella School of Oriental and African Studies, Università di Londra, dove insegna Storia dell’arte islamica, tra le massime esperte della materia, che da quasi trent’anni dedica una speciale attenzione al Grifone.

L’animale fantastico con zampe di felino e testa e ali di uccello che – dal culmine del duomo di Pisa al di sopra dell’abside, la zona più sacra dell’edificio – ha dominato la scena della piazza fino al 1828, quando fu trasferito nel nascente Museo Civico che Carlo Lasinio allestiva nelle gallerie del Camposanto monumentale. Oggi al suo posto spicca una copia bronzea fedele all’originale, che nel 2015 ho sostituito quella in cemento collocata nel 1934.

Probabile frutto della spedizione vittoriosa dei Pisani sui Saraceni delle Baleari (1113-1115) e segno della vittoria della fede sui non cristiani, il Grifone dovette guadagnarsi un’ubicazione tanto prestigiosa – in corrispondenza verticale con il presbiterio e l’altar maggiore dove si compie il sacrificio eucaristico – per l’allusione, nella doppia natura di felino e di uccello, alla duplice natura di Cristo umana e divina. È in questa potente carica simbolica che risiede molto del fascino emanato dal nostro straordinario manufatto, emblema della dimensione marittima di Pisa medievale e ponte tra Oriente e Occidente ad unire sponde diverse del Mediterraneo.

Per partecipare basterà entrare nel sito dell’Opera della Primaziale Pisana www.opapisa.it e registrarsi nella pagina dedicata all’evento presente nella home page.

By