“Il Guerriero Pisano”. Filippo Bedini: “Edizione speciale per ringraziare tutto il personale sanitario”

PISA – Si tratta di un’edizione straordinaria del tradizionale Premio “Le Baleari – Il Guerriero Pisano“, quella che è stata presentata presso la Sala Regia di Palazzo Gambacorti, in quanto rappresenta sia un ringraziamento da parte dell’amministrazione comunale verso coloro che si sono prodigati in questi lunghi mesi dall’inizio dell’emergenza sanitaria in favore di coloro che sono stati colpiti dal virus Covid-19, così come, d’altro canto, vuole fornire un segnale di speranza verso una ripartenza che tutti ci auspichiamo possa portare nel più breve tempo possibile al ritorno di una completa normalità.

di Giovanni Manenti


Ecco quindi, pertanto, che a ricevere il Premio, domenica 30 maggio 2021 alle ore \17 presso l’Arena Grande del Giardino Scotto saranno l’Ordine dei Medici chirurghi ed odontoiatri della Provincia di Pisa, l’Ordine professioni infermieristiche di Pisa, la Sezione di Pisa della Croce Rossa Italiana (tramite il suo Presidente Antonio Cerrai), la Pubblica Assistenza di Pisa (tramite il Presidente Alessandro Betti) e la Venerabile Arciconfraternita di Misericordia e Crocione di Pisa, rappresentata dal Commissario Straordinario Enrico Dini, per una cerimonia che vedrà, quale sottofondo musicale, impegnata l’Orchestra di fiati del Liceo Musicale”Giosuè Carducci” di Pisa.

Un appuntamento fortemente voluto dall’assessore alle tradizioni storiche Filippo Bedinicommenta: “Ritengo che fosse quanto meno doveroso ricominciare con un evento pubblico che ringraziasse chi in prima linea ha combattuto in questo periodo terribile per fronteggiare la pandemia dedicandovi tempo, energie e capacità a favore di coloro che si trovavano in difficoltà, ed è altresì la prima edizione rispetto alla quale il Comune organizza in prima persona, assieme all’Associazione “Il Guerriero Pisano” – di cui Alessandro Cesarotti è il Presidente – l’evento e rappresenta l’avvio di un percorso destinato a far diventare il Guerriero Pisano il Premio delle tradizioni storiche cittadine, il cui momento canonico è, da due anni a questa parte, il mese di ottobre, augurandoci che quest’anno si possa ricominciare anche con le edizioni ordinarie, così da lasciarci alle spalle un periodo destinato a restare solo un brutto ricordo e tornare a premiare i pisani che si sono distinti anche per altri motivi ed in diversi settori a prescindere dalla pandemia“.


*Un’edizione straordinaria che pertanto, conclude Filippo Bedini, che vede premiati gli Ordini dei Medici e degli Infermieri, oltre alle tre Associazioni di volontariato, ovvero tutti coloro che sia come Ordini che in veste di associazioni si sono spesi senza aver individuato un singolo specifico per ogni Categoria, bensì la stessa nel suo complesso in quanto ritengo che proprio questa sinergia ed unità d’intento abbia rappresentato la chiave di volta per affrontare l’emergenza sanitaria in un momento così difficile e contribuire a salvare il più possibile vite umane, e l’unica cosa di cui mi rammarico è il fatto di non poter effettuare la premiazione con la presenza del pubblico in quanto sino a fine giugno siamo legati alle restrizioni contenute nel DPCM governativo, ma mi preme anche sottolineare come lo svolgimento della stessa presso il Giardino Scotto rappresenti il primo evento di un’estate che vedrà tale luogo ospitare nel corso del successivo mese di giugno un’importante Rassegna letteraria e culturale, così che tocchi al “Guerriero Pisano” aprire i battenti inaugurando il palco che vi è stato allestito“.

By