Il M5S di Pontedera: “Colaninno vuol sbaraccare la Piaggio”

PISA – Il Movimento 5 Stelle di Pontedera denuncia la volonta’ di Colaninno di “sbaraccare la Piaggio e puntare sui giochini finanziari”. Un lungo intervento sul sito locale di M5 S che spiega come ci siano 1124 lavoratori in esubero.

“Esattamente 254 alle officine meccaniche (motori), 420 alla 2R (dove assemblano gli scooter), 85 alla 3R (Ape) e 375 fra operai non legati direttamente al ciclo di produzione e impiegati. Per chi non conosce i cicli di lavorazione della Piaggio, dobbiamo spiegare che normalmente il periodo da Febbraio a Luglio rappresenta un “picco” di lavoro, infatti la Piaggio producendo veicoli “estivi” dovrebbe rifornire i magazzini in prospettiva delle vendite della bella stagione…

20140115-201224.jpg

Praticamente la Piaggio ha chiesto il contratto di solidarieta’ sul 50% dei dipendenti (ecco perchè 1124 “esuberi”): pur sapendo che potrebbero servirne anche meno chiede il massimo… non si sa mai. Come si dice: a suo uso e consumo. Normalmente un’azienda chiede il contratto di solidarietà quando ha gia’ chiara la difficoltà a mantenere i lavoratori che ha, e chiede aiuto per non licenziarli. Ma qui a che gioco si gioca?A dicembre alla prima firma sulla solidarietà, neanche si parlava di esuberi, questi numeri (veritieri o non) sono usciti alla seconda firma a Gennaio. Nel 2013 Colaninno con il contratto di solidarietà per impiegati e 3R, ha avuto uno sgravio di circa 3 milioni di euro. Con 1124? Ci risulta che la Piaggio non sia un’azienda in crisi, anzi!

Comunque, considerare in esubero MILLECENTOVENTIQUATTRO persone vorrebbe dire quasi dimezzare l’organico Piaggio. Se questa non e’ una prospettiva di dismissione non sappiamo davvero come chiamarla. Anche se i lavoratori in esubero risultassero alla fine 500 o 600 si tratta pur sempre di una riduzione d’organico che testimonia la volonta’ di chiudere Pontedera piuttosto che di investire e riqualificare. CHIEDIAMO: cosa ha messo sul piatto Colaninno per gli anni a venire in cambio di questo ammortizzatore provvisorio?

Dobbiamo ripeterlo fino all’esasperazione, perche’ i lavoratori devono sapere, Pontedera deve sapere, tutta Italia deve sapere! La Piaggio se ne sta andando! E non domani, ma oggi!

Rinnoviamo l’invito a tutti i lavoratori Piaggio (operai, impiegati, quadri, professionisti) per l’avvio immediato di un tavolo di lavoro utile a studiare un piano di riqualificazione a lungo termine e per studiare le migliori misure da attuare durante la fase di transizione”.

You may also like

By