Il materiale di cancelleria e il lavoro in ufficio

PISA – Il materiale di cancelleria continua ad avere un ruolo in tante aziende, soprattutto per svolgere tante piccole mansioni quotidiane in ufficio.


Nonostante la digitalizzazione abbia rivoluzionato le abitudini all’interno di tantissime aziende, carta e penna continuano ad avere una loro utilità in tantissimi ambiti lavorativi per persone di tutte le età.

Il lavoro tra computer e quaderni

Per quanto possa sembrare anacronistico e fuori del mondo, anche nel presente ci sono tantissime persone che, per svolgere le proprie mansioni quotidiane in ufficio, alternano l’uso di prodotti e soluzioni digitali a matite e fogli di carta: ma perché in tante realtà lavorative del nostro paese – e non solo – si decide ancora di cercare la cancelleria a prezzi da discount non abbandonando la cara e vecchia abitudine di scrivere a mano appunti ed idee? Per rispondere ad un quesito di questo genere, che può quasi sembrare una questione al limite dell’assurdo, si può da una parte ricordare che non tutti quanti posseggono abilità particolarmente eccellenti nell’uso degli strumenti informatici, magari perché per lo svolgimento delle loro mansioni li usano solo per alcune procedure particolari. D’altro canto, anche la formazione scolastica ricevuta nonché le precedenti abitudini acquisite nel corso degli anni, possono avere altrettanto un ruolo di primo piano nel far preferire a tante donne ed uomini l’uso di un blocco per gli appunti ed una penna anziché un file su computer, magari perché la prima accoppiata offre pure una maggior libertà espressiva. Tuttavia, queste potrebbero non essere sempre le motivazioni – valide per tutti quanti – atte a spiegare il fatto che, nonostante la rivoluzione digitale, tantissime persone decidano ancora di fare di conto o trascrivere delle informazioni di proprio pugno e, nel corso del prossimo paragrafo, cercheremo di dare uno sguardo ad alcune altre possibili spiegazioni alla base della sopravvivenza di queste abitudini.

Perché usare ancora carta e penna in azienda?

Il quesito che ci siamo appena posti, potrebbe essere una domanda ricorrente tra tantissime persone cosiddette “native digitali”, vale a dire, quelle che – ancor prima di imparare a parlare – abbiano messo le mani su qualche dispositivo elettronico, familiarizzando con lo stesso e, soprattutto, dimostrando una certa affinità ed un certo interesse sin dai primi istanti. Ebbene, per rispondere allo stesso, pensiamo ad una situazione quotidiana molto comune in ufficio: squilla il telefono, nessuno risponde subito e, quindi, tocca a voi sobbarcarvi la classica telefonata che interromperà il vostro lavoro, durante la quale verranno dette verosimilmente tante cose da ricordare. Se vi chiedessero di prendere nota di qualche informazione importante in quel momento, istintivamente, che cosa usereste per non dimenticare dei dati o delle indicazioni utili al vostro lavoro? Vi verrebbe in mente di usare una pagina di Word, digitando tramite la tastiera, oppure, prendereste subito un foglietto con una matita o una penna? Probabilmente, la seconda opzione potrebbe essere quella prescelta da tanti di voi, giacché trovereste molto più semplice e comodo trascrivere delle informazioni su un pezzo di carta anziché dovervi concentrare sulla digitazione tramite tastiera di qualche dato. Se doveste invece preservare qualche informazione veramente importante, di quelle che possono essere cruciali per il buon andamento della vostra azienda, sareste tentati di conservarla in formato digitale, oppure, gelosamente all’interno di un anonimo quadernetto? Anche in questo caso, in considerazione dei rischi derivanti dal furto di dati digitali, malware e disservizi che si presentano pure nel mondo hi-tech, potreste essere portati a conservare alcuni dati importanti su carta, magari in un cassetto al riparo da sguardi indiscreti.

Il materiale di cancelleria utile in ufficio

Se computer ed informatica in genere non possono sostituire completamente i metodi di lavoro tradizionali, potreste quindi chiedervi quale sia il materiale di cancelleria da comprare per l’azienda: sebbene non esista una risposta ideale per tutte le esigenze, potreste comunque ricordarvi che blocchi per appunti, foglietti post-it, penne a sfera, cartelline e quaderni sono solitamente i prodotti preferiti da coloro i quali amano prendere appunti, elaborare strategie o esporre progetti in modo semplice e veloce, senza dover ricorrere all’uso di apparecchi elettronici di vario genere.

By