Il Municipio dei Beni Comuni sull’Anti Degrado Bici Tour

PISA – In conclusione dell’Anti Degrado Bici Tour che ha visto i suoi partecipanti toccare e simbolicamente riaprire alcuni luoghi sensibili della città, viste le preoccupanti situazioni di degrado e abbandono in cui vertono questi ultimi,

Il Municipio dei Beni Comuni ribadisce che l’Amministrazione deve essere custode e garante della cura del proprio territorio, impedendo che il bene comune venga travalicato da logiche estranee a esso, con il ricorso agli strumenti ampiamente prescritti dalla Costituzione della Repubblica italiana;

le amministrazioni devono predisporsi affinché possano ricevere senza eccezioni le istanze e le proposte in materia di riqualificazione e recupero degli spazi provenienti dal basso, anche qualora queste ultime fioriscano ai margini della legalità, in quanto espressione di un bisogno reale e inalienabile.

Per tale ragione, Il Municipio dei Beni Comuni chiede che gli spazi compresi nelle tappe dell’Anti Degrado Bici tour (ex Colorificio Toscano, Palazzo dei Trovatelli, Mattonaia, ex Asl di via Zamenhof, Parco urbano di Cisanello, ex hotel Fossabanda, ex Caserma ‘Curtatone e Montanara’) siano al più presto ricondotti all’uso sociale, così da colmare in minima misura il bisogno di spazi sollevato da più parti della cittadinanza.

Fonte: MUNICIPIO DEI BENI COMUNI

20140705-183305.jpg

By