Il nuovo centro di raccolta rifiuti è realtà nel quartiere di Gagno

PISA – Inaugurato in via San Jacopo, nel quartiere di Gagno, un nuovo Centro di raccolta rifiuti che va ad aggiungersi alle altre tre strutture già esistenti sul territorio comunale ed ubicate in via Pindemonte, a Putignano e sul litorale in via delle Giunchiglie, e gode dell’indubbio vantaggio di essere posizionato in un’area appositamente attrezzata e custodita, così che i cittadini potranno provvedere personalmente al conferimento dei rifiuti, con particolare riferimento a quelli voluminosi ed ingombranti che non possono trovare spazio nel servizio porta a porta od attraverso l’utilizzo dei cassonetti.

di Giovanni Manenti

Un ulteriore passo avanti sul tema della raccolta differenziata che non può che soddisfare l’assessore all’Ambiente Filippo Bedini, che così commenta: “oggi è una bella giornata per la città di Pisa e per la raccolta differenziata all’interno del territorio comunale in quanto, finalmente e dopo un percorso ad ostacoli non indifferente, siamo giunti all’inaugurazione del Centro di Raccolta di via San Jacopo – anche se per gli utenti l’apertura è fissata al prossimo 9 novembre 2020 causa ritardi nella consegna dei cassonetti per problematiche legate all’emergenza sanitaria – che andrà a servire tutta la Zona Nord di Pisa attualmente scoperta, così da aggiungersi agli altre tre Centri di Raccolta già esistenti e permettere anche di alleggerire il carico sul Centro di Raccolta di via Pindemonte che è quello più vicino e dove si sono spesso formate code costituite dalla troppa utenza oltre ad intercettare tutta l’utenza dei quartieri limitrofi, vale a dire Gagno, I Passi, la parte Nord di Porta a Lucca, Porta Nuova, nonché delle altre zone della città che preferiscono utilizzare questa nuova struttura“.

I Centri di Raccolta, prosegue l’Assessore, sono fondamentali nella filiera del riciclo dei rifiuti poiché consentono di innalzare la qualità di quei rifiuti che non è possibile conferire a domicilio per le aree servite con il porta a porta o nei cassonetti, ovvero tutti gli ingombranti, ma anche televisori, apparecchi elettrodomestici, batterie, il verde ed il legno, così da avere a disposizione un bel Centro dove si fa la qualità e si possano anche imparare cose importanti su dove e come conferire correttamente quella che è una ricchezza per la città, importantissima e che risolve il problema della parte Nord di Pisa“.

Noi speriamo, conclude Bedini, di vedere sempre più popolati questi Centri di Raccolta perché il corretto uso degli stesso fa bene non solo all’ambiente ma anche alle tasche dei singoli cittadini, in quanto incrementando sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo la raccolta differenziata a caduta vi sono molti benefici riguardo alla diminuzione della TARI che è una tariffa importante e gravosa che però può risultare calmierata sui comportamenti virtuosi di ognuno di noi“.

Particolarmente significativo l’intervento del Presidente di GEOFOR, Daniele Fortini, il quale ha tenuto a sottolineare: “Oltre a ringraziare l’Amministrazione Comunale per la sensibilità e la determinazione dimostrata nel voler aprire questo Centro di Raccolta, mi preme evidenziare che averne ben quattro a disposizione per la città di Pisa, fa sì che la stessa risulti la più dotata a livello nazionale in termini di offerta di servizio di raccolta nel quale il cittadino può trovare soddisfazione nella necessità di liberarsi di quei rifiuti che non vengono intercettati dal porta a porta, costituita dal fatto di aver un rapporto di un Centro di Raccolta per poco più di 20mila abitanti rispetto al rapporto ottimale di uno ogni 30mila abitanti indicato dal Ministero per l’Ambiente, oltre che alla dislocazione logistica dei Centri stessi che appare adeguata a favorire anche la comunità dei cittadini nel frequentarli, così da divenire un fattore decisivo nello sviluppo della raccolta differenziata, ma anche per ciò che riguarda la qualità del servizio che viene offerto” 
Tengo a ricordare“, conclude il Dott. Fortini, “come con i Centri di Raccolta si intercetti oltre il 10% dei rifiuti differenziati che consegnamo al riciclo, il cui contributo è quindi importantissimo, poiché questo vuol dire che siamo in grado di conferire rifiuti che non andiamo a raccogliere, ma che vengono consegnati dai cittadini con un evidente risparmio anche economico, ma soprattutto riusciamo poi a trasferire al sistema del riciclo dei rifiuti puliti e pertanto di più facile lavorazione che richiedono meno impegno di energia, di tempo e di acqua per poter essere riciclati, a conferma di come il Centro di Raccolta non sia soltanto un luogo dove ci si disfa di rifiuti, ma anche un luogo nel quale si dà un contributo all’economia cittadina e, su questo specifico aspetto, devo dire, e mi piace sottolinearlo, che su di un territorio gestito da GEOFOR di 385mila abitanti, questi ultimi hanno dato un’elevata prova di civismo nel frequentare i Centri di Raccolta“.

Presente all’inaugurazione, con il consueto, beneaugurante taglio del nastro, anche il Sindaco Michele Conti che alle parole dell’Assessore Bedini e del Presidente Fortini, ha voluto aggiungere il proprio pensiero: “Si tratta senza alcun dubbio di un sistema moderno di gestire i rifiuti, che non viene visto più come un problema costituito dall’abbandono per le strade o presso i cassonetti dell’immondizia come avveniva 10 anni fa, prima dell’introduzione della raccolta differenziata, mentre adesso il cittadino può conferire un rifiuto destinato a prendere nuova vita e nuova forma, tale da divenire in futuro un materiale da poter riutilizzare“.


Credo che con questo centro e con altri che confidiamo di portare a termine prima della fine della legislatura (tra cui quello nella zona dei Navicelli), si sia messo un altro importante tassello avendo coperto anche la Zona Nord della città, restando solo da far comprendere ai cittadini che oltre a via Pindemonte esiste anche questa nuova struttura, altrimenti si rischia di non riuscire ad alleggerire il carico del citato Centro, un aspetto di comunicazione di cui dobbiamo farci carico, data anche l’eccellenza di questo nuovo punto di raccolta“.

By