Il People Mover all’esame del Parlamento

PISA – Nonostante il caos, per le proteste congiunte dei lavoratori del CTT nord e dei bancarallai del Duomo, il Consiglio Comunale di ieri è però riuscito a dare il via libera al famoso people mover, cioè la navetta – senza conducente – che collegherà la stazione ferroviaria all’aeroporto e ai nuovi parcheggi scambiatori che saranno creati a Pisa Sud, nei pressi dell’Area dei Navicelli.

Il progetto, in particolare, è stato approvato, dopo un luogo confronto tra le forze politiche – sono intervenuti, dopo l’assessore Ylenia Zambito e l’amministratore unico di Pisamo, Alessandro Fiorindi, i consiglieri Giuseppe Ventura (Inlistaper Pisa) “è un evento”, Giovanni Garzella (FI-PdL) “Una opportunità per la città che ci consentirà di competere sul piano internazionale”, Marco Ricci (UnacittàinComune-prc) “siamo contrai, sottolineo la scarsa integrabilità con il trasporto pubblico”, Armando Paolicchi (SEL) “con quest’opera, in particolare per San Giusto, migliorerà anche l’ambiente”, Diego Petrucci (Noiadessopisa) “E’ un’opera inutile, il people mover peggiorerà i collegamenti tra la stazione pisa centrale e il resto del mondo”, Gianfranco Mannini (M5S) “E’ una follia, dove è già stato fatto, sono tutti in perdita”, Juri Dell’Omodarme (PD) “il rischio d’impresa è a carico del concessionario, quest’opera a costo zero, e avremo, in più, altre piste ciclabili e nuovi parcheggi scambiatori”, Raffaele Latrofa (Noiadessopisa) “il people mover non è una priorità per Pisa, il people mover costerà 70 milioni di euro”, Elisabetta Zuccaro (M5S) “e un progetto che ha un elevatissimo indice di rischio”, Rita Mariotti (InlistaperPisa) “è un’opera importante, ci saranno tanti benefici per Pisa”, Ciccio Auletta (Unacittànonin comune-prc) “ non c’è un piano economico certo”, Valeria Antoni (M5S) “il nostro deputato, l’onorevole Samuele Segoni ha presentato una interrogazione parlamentare, il piano economico non ci convince!” e Simonetta Ghezzani (SEL) “è un passo importante per tutta la città” – con 20 a favore (PD, SEL, F.I.-PDL In Lista per pisa e Riformisti) e sei contrari (“Una città in Comuneprc, Noiadessppis@ e M5S).

Durante la stessa seduta si è provveduto al rinnovo anche del collegio dei sindaci revisori (sono stati eletti Franco Dell’Innocenti, Alberto Matteucci e Fabio Vergamini) e, infine, il consigliere Giovanni Garzella (PDL) ha comunicato il cambiamento del nome del proprio gruppo consiliare. Il gruppo consiliare del PDL si chiamerà, d’ora in poi, Forza Italia-PDL.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Pisa

LA FOTO SOTTO E’ TRATTA DA COMUNE.VENEZIA.IT

20131206-124240.jpg

You may also like

By