Il Perugia batte il Pontedera (1-0) e mette una seria ipoteca sulla serie B

PERUGIA – Il Perugia batte con un gol di Mazzeo al 17′ del primo tempo il Pontedera e mette una grossa ipoteca sulla serie B.

Nei primi 15 minuti non ci sono particolari occasioni e le 2 squadre si sfidano a viso aperto.La prima minaccia è creata dai locali con Franco che ruba palla e serve Eusepi al limite ma la sua conclusione viene ribattuta. Al 17’ gli umbri vanno in vantaggio su una ripartenza condotta da Conti, passaggio per Mazzeo che supera Ricci con un sinistro all’incrocio dopo un bello spunto personale. Nonostante il vantaggio biancorosso il Pontedera non riesce ad avere una grande reazione.La squadra di Camplone infatti sfiora più volte il raddoppio prima con Nicco che dopo un’ottima discesa spreca l’opportunità di battere a rete, perdendo l’equilibrio nel momento decisivo. Successivamente è Conti in contropiede che lascia partire da buona posizione un tiro finito a lato.L’ultima occasione dei perugini nella prima frazione è con Eusepi, servito perfettamente in area,la cui conclusione a botta sicura è respinta da Ricci chiamato alla parata più difficile dei primi 45’.La costante offensiva degli umbri è interrotta solo da Arrighini, l’unico che riesce ad impensierire Koprivec. Il bomber granata impegna l’estremo difensore avversario con 2 girate una di testa su lungo rilancio difensivo e la seconda di piede bloccata a terra. Un primo tempo piacevole ma dai ritmi non molto elevati si chiude qui.

Comincia il secondo tempo e il primo vero “brivido” della ripresa lo crea Scognamiglio che al 53’ si coordina male e calcia fuori. Poco dopo la prima insidia portata da Grassi su punizione bloccata con un doppio intervento da Koprivec.Dopo il 60’ iniziano i cambi con Pastore in sostituzione di Verruschi. Passa qualche minuto e i granata vanno vicinissimi al pareggio con un colpo di testa di Settembrini, bravissimo ad anticipare tutti ma la sua incornata finisce di poco alta. Sarà la chance più ghiotta costruita dal Pontedera in questa gara. Trascorrono una decina di minuti e il neo entrato Sprocati in sostituzione di Conti, riceve una sponda da Eusepi ma il suo sinistro sfiora il palo a Ricci battuto. Prima del 75’ Settembrini lascia spazio a Di Noia per il secondo cambio ospite. Al 77 ultimo cambio per Indiani, Pera per Regoli. La partita estremamente corretta fino a quel momento si inasprisce improvvisamente e Di Noia, Pezzi e Scognamiglio terminano sul taccuino dell’arbitro. Stessa sorte negli ultimi minuti toccherà a Filipe,unico dell’elenco in diffida sarà costretto a saltare la gara di Salerno. Nel quarto d’ora finale il Perugia si chiude e il Pontedera ci prova a più riprese prima con Grassi, conclusione alta e poi Pezzi si produce in una delle sue tipiche percussioni ma Koprivec respinge provvidenzialmente in angolo. Per i perugini è l’ultimo pericolo ma prima di festeggiare c’è il tempo per gli ultimi due inserimenti (Vitofrancesco per Franco e Sanseverino per Nicco).

Dopo qualche minuto di recupero i padroni di casa possono esultare per la quarta vittoria consecutiva che in virtù della contemporanea sconfitta per 2 a 0 rimediata dal Frosinone a Lecce, proietta i biancorossi ad un passo dalla B. Il calendario infatti sembra dare una mano ai ragazzi di Camplone che dopo la trasferta di Salerno ospiteranno all’ultima giornata sul loro terreno proprio i laziali. Unica compagine che in questo momento sembra poter insidiare il primato del Perugia è infatti il Lecce di Miccoli che nel prossimo turno sarà di scena a Pisa. Il Pontedera visti i risultati odierni si giocherà molte delle possibilità di accesso ai play off nell’ultima gara interna contro il Gubbio che non ha più niente da chiedere a questa stagione. Da sottolineare come l’attuale capolista sia l’unica squadra ad aver battuto i granata sia all’andata che al ritorno.

20140413-175907.jpg

By