Il Pisa dopo sei turni torna al successo: Martella e Goldaniga decidono la gara con il Barletta

PISA – Dopo sei turni il Pisa torna alla vittoria e mister Ciccio Cozza esordisce davanti ai suoi nuovi tifosi con una vittoria (2-0) sul Barletta.

A decidere la gara le reti di Martella e Goldaniga entrambe nella ripresa.

Il tecnico nerazzurro Ciccio Cozza alla sua prima gara sulla panchina nerazzurra schiera il 3-4-2-1. Per davanti al pubblico dell’Arena. Cozza deve fare a meno di Caputo infortunato e Cia fuori per squalifica. Davanti a Provedel, Goldaniga e’ il centrale della difesa a tre con Rozzio e Sabato ai suoi lati. Sulla linea mediana Nicola Mingazzini e capitan Ciccio Favasuli scendono in campo contemporaneamente. Il sacrificato dunque è Sampietro che parte dalla panchina. Pellegrini e Martella agiscono sugli esterni. In avanti Cozza parte con Giovinco e Napoli un passo indietro rispetto ad Arma unica punta.

Il mister del Barletta Nevio Orlandi recupera Mantovani squalificato nell’ultima gara del 2013 a Grosseto. Davanti a Liverani c’e’ la coppia centrale Camilleri – Di Bella con Cane e Cascione preferito a Pippa sugli esterni. A copertura del pacchetto arretrato ci sono Legras e Mantovani, mentre D’Errico, Branzani in posizione di regista e Cicerelli, supportano l’unica punta Carlo Ilari.

Dopo la pioggia della nottata al calcio d’inizio della partita all’Arena fa capolino il sole, non c’è il grande pubblico, il terreno sembra aver retto bene ed è in buone condizioni. Pisa in completo nerazzurro, Barletta in maglia biancorossa. Partenza sprint del Pisa che conquista in pochi minuti due angoli, che però non hanno esito. I nerazzurri cercano di fare la partita sin dai primi minuti, ma rischiano al 7′ su una conclusione di Mantovani che Provedel e’ costretto a respingere, poi Sabato sbroglia il tentativo di tap-in di Ilari. Poco dopo e’ sempre il Barletta a farsi pericoloso con D’Errico che va sul fondo e mette in mezzo ma il suo cross attraversa tutta l’area piccola senza che nessuno intervenga ed i nerazzurri si salvano. È chiaro che il passaggio alla difesa a tre da parte di Cozza deve essere ancora assimilata. Il Pisa però cerca sempre di impostare il gioco dalla difesa, anche se non sempre si riesce a portare la palla nella metà campo avversaria. Succede al 9′ quando Napoli servito da Giovinco va sul fondo e mette in mezzo ma Liverani blocca la sfera all’interno della sua area piccola. Sono ancora i pugliesi pero’ a rendersi pericolosi tra il 16′ e il 17′ prima con D’Errico e poi con Cascione con Provedel che in entrambi i casi respinge.

Il Pisa risponde al 18′ con un azione sulla sinistra sull’asse Giovinco Martella che fa partite dall’out di sinistro un cross per la testa di Arma che va all’impatto con la sfera ma la sua conclusione aerea termina sul fondo. il Pisa prova a giocare. Si vede nelle ripartenze la mano di Cozza. Al 24′ Giovinco apre per Pellegrini che mette in mezzo dalla linea di fondo, ma Arma non arriva all’appuntamento con la sfera. Poco prima però Cicerelli aveva tentato il tiro dal limite, ma la conclusione del biancorosso era terminata a lato. Al 27′ ci prova anche capitan Favasuli dalla distanza, ma il suo sinistro termina alle stelle. Non è una bella partita, il Pisa cerca di giocarla, ma non è facile, perché il Barletta si chiude bene e riparte spesse volte anche pericolosamente. Arma gioca spesso solo davanti con Giovinco e Napoli che si alternano a destra e a sinistra del fronte offensivo a dare una mano al marocchino lanciato (29′) da Mingazzini verso la porta ma fermato da Camilleri. Sarebbe stata una grande occasione. Ancora Arma e’ protagonista intorno al 36′. Il marocchino riprende una corta ribattuta della difesa, si sistema la palla sul sinistro, ma il suo tiro e’ debole e Liverani blocca a terra. Nel finale di primo tempo i nerazzurri si rendono ancora pericolosi. Martella (42′) effettua un bel cross dalla sinistra, con Napoli che appostato sul secondo palo tenta l’acrobazia che non gli riesce. Il primo tempo termina a reti bianche senza recupero da parte del Sig. Melidoni.

Nessuna variazione al ritorno in campo nei secondi 45′ di gioco. I nerazzurri dopo 20″ guadagnano subito un corner che Favasuli calcia troppo basso e la difesa pugliese sventa. È un altro Pisa nella ripresa. Al 51′ i nerazzurri trovano il vantaggio. Favasuli apre a destra per Pellegrini che mette in mezzo laddove Arma manca l’appuntamento con la sfera, sul secondo palo pero’ c’e’ Martella che di sinistro mette alle spalle di Liverani con un tiro forte che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Il Pisa e’ galvanizzato Giovinco di tacco per Napoli apre per Arma, ma il suo destro appena dopo il suo ingresso in area e’ respinto da Liverani. Mister Cozza rileva Giovinco al 58′ in luogo di Mauro Bollino con il giocatore ex Palermo che staziona dietro ad Arma e Napoli. Poco dopo il Barletta pareggia con Camilleri, ma il colpo di testa del difensore di Orlandi e avvenuto al di la’ della linea del fuorigioco e l’arbitro giustamente annulla la rete. Al 69′ fuori anche l’inesauribile Martella rilevato da Sampietro con Favasuli che va a questo punto a sinistra e il giovane di proprietà della Samp si piazza accanto a Mingazzini sulla linea mediana.

Il Pisa trova il raddoppio al 74′. Angolo di Bollino, sponda per Goldaniga che in mezzo all’area di testa mette in rete indisturbato. Nel finale mister Cozza toglie anche Pellegrini ed inserisce Simoncini. Arma va vicino al gol in due circostanze prima con un tiro dal limite che termina a lato e poi con un colpo di testa su cross di Sampietro, ma non riesce a trovare il gol. È un finale tranquillo. Dopo 3′ di recupero l’arbitro sancisce la fine della partita. il Pisa torna alla vittoria e torna a sorridere e far sorridere la sua gente. Adesso venerdì nell’anticipo serale (ore 20.45, diretta Rai Sport) con il Frosinone i nerazzurri dovranno confermare di essere totalmente guariti.

20140105-162715.jpg

You may also like

By