Il Pisa esce dal Francioni a testa altissima. Peccato per il diagonale di Perez al 95′

LATINA – Come dieci anni fa il Pisa si ferma ad un passo dal paradiso. Allora fu l’Albinoleffe, oggi è il Latina che festeggia e conquista la B. Ma il Pisa non ha demeritato ed il punteggio è bugiardissimo. Tutto esaurito al Francioni ed atmosfera in fibrillazione. Il Latina ci prova già al 3’ con un tiro da fuori di Barraco senza pretese e Sepe para a terra in tranquillità. Buon avvio e ritmi alti di gara. Al 5’ risponde il Pisa con Rizzo che dalla sinistra mette in mezzo per Scappini che manca la girata di un soffio. Pisa ancora in palla al 7’ con Barberis che calcia una punizione millimetrica, Bindi si supera in tuffo e devia la palla.  Miracolo di Sepe al 12’ su Cottafava che da pochi passi gira a botta sicura verso la porta nerazzurra.  I nerazzurri passano al 18’: punizione dal vertice destro dell’area del Latina calciata alla perfezione da Barberis che trova l’incrocio nell’angolo opposto. Il Latina sembra accusare il colpo anche se al 21’ sfiora il pareggio: Agodirin entra in area, salta Rozzio ed anticipa Sepe ma calcia sopra la traversa. Il Pisa sembra gestire in tranquillità. Al 31′ si rivede la squadra di casa ma il tiro di Jefferson è a lato. Occasione Pisa al 34′ quando Buscè ruba palla in mezzo e serve Gatto anticipato dal portiere laziale in uscita.  Nel primo minuto di recupero il Latina pareggia: Barraco pennella in mezzo per Jefferson che di testa batte Sepe. Nella ripresa, nel settore ospiti sono stati fatti entrare anche i tifosi senza biglietto (poiché non tesserati) che si erano comunque recati nel Lazio. Pericoloso il Latina al 2′ con un colpo di testa in area di Sacilotto che termina a lato. Il Pisa reagisce al 4′ con Barberis il cui tiro è parato da Bindi. La ripresa non offre molte emozioni nella fase centrale. Pagliari rischia la terza punta mandando in campo Tulli al 23′ passando ad una specie di 4-3-2-1. Al 29′ Gatto sfiora il 2-1 ma la sua girata e di poco sopra la traversa. Nel finale il Pisa sembra avere una marcia in più e prima Mingazzini al 47′ e Perez al 50′ sfiorano il gol della vittoria. Si va quindi ai supplementari. All’8′ Agodirin entra in area e viene affrontato fallosamente da Sepe. Per l’arbitro è rigore ed espulsione. Le immagini tv però lasciano più di un dubbio, il contatto sembra veniale se non inesistente. Inoltre il rosso sembra esagerato visto che l’azione era decentrato e Sepe non era certo ultimo uomo. Pagliari protesta poiché Perez era a terra. Va in porta Colombini e Cejas segna il rigore del 2-1. Passano cinque minuti e Barraco in area è steso da Sabato. Altro rosso (stavolta molto più evidente) ed altro rigore. Colombini para il tiro di Cejas. La gara finisce qui. C’è solo il tempo per il 3-1 di Burrai ad inizio del secondo tempo supplementare.  Finisce con il Latina in B ma con un Pisa che esce a testa altissima. Merito a Dino Pagliari ed ai suoi ragazzi per una stagione comunque positiva.

You may also like

By