Il Pisa esce malamente dalla Coppa Italia Lega Pro. Pesante cinquina a Cuneo

PISA – Il Pisa esce di scena dalla Coppa Italia Lega Pro. Al “Fratelli Peschiero” la formazione nerazzurra perde per 5-2. Cia aveva illuso portando avanti la squadra di Pagliari, poi il poker di Tempesti e la rete di Palazzolo per i piemontesi. Prestazione negativa per la difesa.

Mister Dino Paglairi lascia a casa tanti big e si affida per questa gara di Coppa a Cuneo a Capitan Favasui, Sabato, Cia e Giovinco. Debutto dal 1′ in maglia nerazzurra per Alberto Melis e David Simoncini. Torna tra i pali Maurizio Pugliesi. Davanti a lui una difesa sperimentale con Caputo, Kosnic, Sabato e Simoncini. A centrocampo Cia e Lucarelli presidiano le fasce laterali, con Melis e Favasuli sulla linea mediana. Davanti la coppia formata da Giovinco e Forte. Anche mister Sottil sceglie la line verde. Formazione imbottita di 94

Al “Fratelli Peschiero” giornata piovosa, terreno che nonostante la brutta giornata regge. Quindici i tifosi del Pisa sistemati nel settore ospitiDopo alcune fasi di studio la formazione nerazzurra si scuote. Al 15′ sul primo angolo della partita il Pisa trova il gol. Doppio scambio Cia – Giovinco, con quest’ultimo che restituisce palla al giocatore alto atesino che con un pallonetto batte Gagliardini. E’ il vantaggio nerazzurro che scuote il Pisa che ci prova ancora in due circostanze con Giovinco e Forte, ma ambedue le conclusioni terminano alte sopra la traversa. Passato il momento di difficoltà il Cuneo, anche un po’ a sorpresa riesce a trovare il pareggio (28′), cross di Martini e preciso colpo di testa di Tempesti che batte l’incolpevole Pugliesi con una retroguardia nerazzurra un po’ ferma nella circostanza. Passano appena 3′ e i piemontesi trovano addirittura il vantaggio. E’ ancora Tempesti (31′) a staccare più alto di tutti su azione d’angolo con la difesa nerazzurra ancora una volta battuta. Il Pisa prova a reagire e prima va al tiro con Cia (33′), Gagliardini blocca dopo una deviazione di un difensore e poi al 36′ con Kosnic che in spaccata sul secondo palo, su angolo di Giovinco non riesce ad arrivare su una “spizzata” di Alberto Melis. Nel finale di primo tempo e’ anzi il Cuneo a trovare il terzo gol. Incomprensione (42″) tra Pugliesi e Kosnic che si ostacolano e per Tempesti e’ quasi un gioco da ragazzi appoggiare in rete il 3-1. Tripletta personale per il giovane attaccante Scuola Empoli. La prima frazione si chiude con due ammonizioni, Sabato e Maimone finiscono sul taccuino del Sig. Fiore di Barletta.

Nella ripresa cambio per il Pisa. Rimane negli spogliatoi David Simoncini, mister Pagliari manda in campo Mauro Bollino. E’ proprio il giocatore ex Palermo a siglare il gol del 3-2. Lancio in profondità di Lucarelli per Bollino che non lascia scampo a Gagliardini: 3-2 e partita riaperta. Nerazzurri più decisi anche per la probabile “strigliata” di mister Pagliari negli spogliatoi. Al 10′ ci prova anche Francesco Forte, ma la sua conclusione termina di poco a lato. L’azione del Pisa e’ più fluida. Ma dura poco il momento felice del Pisa che prima rischia di capitolare al 13′ con un tiro di Martini che davanti a Pugliesi calcia a lato. Al 16′ però il Pisa subisce la quarta rete che chiude di fatto la contesa. Difesa ferma e ancora Lorenzo Tempesti realizza di testa su azione d’angolo: 4-2. Piove sul bagnato per il Pisa. Al 20′ Brillanti rileva Favasuli, ma cambia poco. Il centrocampista nerazzurro ha accusato un problema muscolare. Esce il anche il grande protagonista della giornata Tempesti. I nerazzurri rischiano ancora ed e’ Pugliesi che deve compiere un miracolo su Martini. Ma non può nulla al 32′ quando Palazzolo mette alle spalle del portiere nerazzurro per il 5-2 a favore dei biancorossi piemontesi. L’ultimo scampolo di gara si gioca per onor di firma, il Pisa esce mestamente dalla Coppa Italia Lega Pro, il Cuneo accede alla fase a gironi.

20131023-165511.jpg

By