Il presidente del Perugia Santopadre: “Bisogna essere un gruppo e una squadra a tutti i livelli”

PISA – Al termine della gara contro il Pisa ha parlato il presidente del Perugia Santopadre che tra delusione e amarezza afferma quello che ci si aspettava potesse dire ovvero che sta diventando una componente non riuscire a concretizzare ciò che si crea, poi con riferimento ai cori della Nord al termine dell’incontro, cori che chiedevano il ritiro per i giocatori, dice di non sentire che sia una soluzione da perseguire a caldo, ma non scarta neanche questa soluzione per la quale si prende 24 ore di riflessione.

Il patron del Grifo parla della partita: “La gara l’abbiamo fatta noi però ci sono stati degli episodi” si riferisce ai tanti errori clamorosi sotto porta da parte dei suoi, ai quali aveva già parlato scendendo negli spogliatoi e aveva chiesto cosa dovesse dire in sala stampa più tardi, sguardo basso, l’unica risposta che ci si può aspettare, ma il Presidente continua a difendere la squadra per il momento.

Per quanto riguarda il reparto offensivo parla di ballottaggio fino all’ultimo tra Eusepi e Mazzeo poi alla fine sono stati schierati insieme ma Mazzeo doveva fare la punta, ad oggi assegna un 6,5 ad Eusepi. Oggi si sente di stare dalla parte dei suoi poi da martedì vuole vedere in allenamento. ” Bisogna essere un gruppo e una squadra a tutti i livelli”.

Fonte: www.tifogrifo.com

IL PRESIDENTE DEL PERUGIA SANTOPADRE (foto pisanews.net)

20131014-013014.jpg

By