Il Presidente della Repubblica giudica Pisa città di eccellenza per l'”adozione dei monumenti”

PISA – L’Amministrazione Comunale di Pisa, attraverso l’Assessorato alla Cultura, aderisce da oltre un decennio al progetto “La scuola adotta un monumento”, promosso dalla Fondazione Napolinovantanove. Quest’anno l’ Assessore alla Cultura Dario Danti, oltre alle “adozioni“, vuol proporre ai docenti ed ai ragazzi un itinerario culturale per “Riscoprire insieme la Pisa Etrusca, Romana e le sue collezioni archeologiche”.

Verranno quindi proposti alle scuole dei percorsi culturali sul Tumulo Etrusco, sulle Terme Romane, sui riflessi dell’arte funeraria etrusca in Città, sulla Gipsoteca (vedere progetto allegato). Tutto ciò sarà possibile grazie anche alla collaborazione con la Soprintendenza BAPSAE, con l’ Archeoclub d’Italia sede di Pisa, con il Gruppo Archeologico Pisano (GAP) e con esperti del settore. «La fase della conoscenza fino alla fase della progettazione previste dal progetto – ha dichiarato l’assessore Danti – permetterà agli studenti di acquisire la consapevolezza dell’ambiente in cui vivono, diventandone soggetti attivi». Migliaia di ragazzi del territorio pisano hanno avuto, nelle varie edizioni del progetto, la possibilità di avvicinarsi allo studio storico – artistico dei beni culturali promuovendo un’azione di salvaguardia e di recupero del patrimonio architettonico cittadino, come, ad esempio, la Porta Buozza (dentro l’Ospedale di Santa Chiara), il tratto dell’Acquedotto Mediceo in Don Bosco, il tratto delle Mura davanti al Liceo Scientifico “ U. Dini” in Via Benedetto Croce , il monumento ai Caduti della II guerra Mondiale in Barbaricina, considerando “monumento“ ogni parte della città che potesse offrire occasioni di conoscenza e che richiedesse attenzione e cura.

Se questo è già un risultato importante, ancora più significativo è lo sviluppo di un’interazione continua tra i giovani e la città come momento formativo essenziale, in cui la città “ insegna “ e nello stesso tempo “ apprende “ nuovi stimoli e nuove riflessioni per migliorare il suo contesto. Questo è uno degli obiettivi fondamentali del progetto “La scuola adotta un monumento“ insieme alla sensibilizzazione delle giovani generazioni al rispetto e alla tutela dell’ambiente e per questo il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha giudicato Pisa città di “ eccellenza“ per l’”adozione dei monumenti“. Per aderire al progetto, andrà compilata l’apposita scheda che dovrà pervenire entro il 15 febbraio p.v. all’Ufficio Cultura del Comune di Pisa – all’attenzione di Francesca Amore – f.amore@comune.pisa.it

Fonte: tratto da www.pisainformaflash.it

20140123-002847.jpg

By