Il Prof. Marco Greco si racconta a Pisa TV: “Il Covid-19 ha cambiato i metodi di preparazione. Ci siamo organizzati. Ho preso libri e ho fatto corsi. Il merito dei successi però è di D’Angelo e Taddei”

PISA – Continuano le interviste di Pisa TV, trasmissione condotta dal giornalista Giorgio Micheletti, con  ospiti di eccezione in studio . Questa settimana a parlare è toccato al Prof. Marco Greco, originario di Lecce preparatore atletico del Pisa Sporting e fido collaboratore di mister Luca D’Angelo.

di Maurizio Ficeli

Sono più di 8 anni che collaboro con Mister Luca D’Angelo, direi anche di più perché lo ho avuto anche come giocatore. Quindi diciamo che ho avuto Il mister  appunto in diverse vesti, come direttore tecnico ed allenatore ed io ho lavorato con lui  facendo per due-tre anni anche l’allenatore in seconda“.

Il Covid ha sicuramente cambiato i metodi di preparazione perché è stato un fatto inedito, all’inizio ero anche preoccupato. Molti miei colleghi parlavano nelle interviste sui giornali sul da farsi con una tale sicurezza, che mi sentivo un po’ a disagio. Non nascondo che ho preso in mano libri e ho fatto corsi di aggiornamento per vedere cosa o quanto dovevo fare e direi che sono stato fortunato perché quanto ho proposto ai ragazzi in quel periodo è stato recepito in maniera impeccabile anche perché loro con il gps mi inviavano tutto il lavoro che stavano facendo benissimo e dopo con il Mister e con Riccardo Taddei abbiamo buttato giù un piano di lavoro perché la nostra prima preoccupazione era quella degli infortuni, perché sapevamo che se qualcuno si fosse infortunato, lo avremmo perso fino alla fine“.

Come metodologia di lavoro è stata attuata da casa, vista la chiusura in quel periodo delle palestre, ho dovuto ingegnarmi facendo la forza con una banale sedia oppure prendere salite di box o come le scale di casa, poi quando si è potuti uscire c’è stato un lavoro piu aerobico, poi di concerto con il mister è stata fatta una ripresa graduale della palla per evitare infortuni“.

Il fatto di dare tutto questo merito alla preparazione atletica, non mi trova però d’accordo, anche se magari declassa il mio ruolo, anche perché si deve dare ad essa il giusto peso, perché sembra che le partite si vincono o si perdono per la preparazione atletica, mentre invece ci sono due mister come D’Angelo e Taddei che le partite le studiano, la squadra è organizzata, il mio compito è quello di dare al mister quanti  più giocatori disponibili possibile e nella migliore performance possibile

By