Il prossimo avversario. Benevento infuriato con l’arbitro. Di Somma: “Pretendiamo rispetto”

PISA – Non sarà facile la prossima trasferta del Pisa. i nerazzurri Venerdì sera (ore 20.45) saranno impegnati nell’anticipo dell’undicesima giornata a Benevento, che non è’ andato oltre il pari a Frosinone, ma al termine della gara il Ds Salvatore Di Somma e’ infuriato con la direzione del Sig. Sacchi di Macerata.

I giallorossi al “Matusa” sono rimasti in dieci dopo appena 7′ per l’espulsione di Anaclerio per un fallo di mano. Queste le parole riprese da www.beneventofree.it dopo la gara contro i ciociari del direttore sportivo giallorosso Salvatore Di Somma che è un fiume in piena e alza la voce contro i torti arbitrali subiti dal Benevento: “E’ inconcepibile mandare fuori un giocatore dopo sei minuti. Il fallo di mano di Anaclerio non interrompeva una chiara occasione da rete, credo che l’ammonizione fosse la punizione più giusta. E’ la terza partita consecutiva che subiamo un torto così clamoroso. Era accaduto con il Perugia, con fallo di mano plateale non fischiato a Comotto sull’1-0 e domenica scorsa con la Salernitana, quando il primo gol dei granata era in fuorigioco netto. Non chiediamo niente di più, rispetto a ciò che meritiamo. Ma almeno quello devono darcelo”.

Aldilà dell’arbitro Sacchi di Macerata che ha condizionato la partita, il Benevento ha rischiato addirittura di vincere: “Zappino ha fatto una parata incredibile su Espinal e credo che abbia letteralmente salvato la partita, Ho visto un Benevento unito dal punto di vista caratteriale e anche nei confronti dell’allenatore. Sono queste le squadre che piacciono a me. Oggi i ragazzi sono stati perfetti e ci poteva stare anche il colpaccio. Nel primo tempo la conclusione di Campagnacci poteva cambiare la partita, ma comunque visti gli 85 minuti in dieci uomini, il pari acquista maggior valore e per giunta contro una squadra che aveva sempre vinto in casa”.

20131103-220341.jpg

By