Il PSI pisano: “Riaprire l’ufficio postale di Marina di Pisa”

PISA – “Il P.S.I. di Pisa esprime sconcerto nel perdurare da Parte di Poste
spa, della chiusura dell’ufficio postale di Marina di Pisa che fornisce un servizio essenziale agli abitanti del Litorale fino a
Tirrenia e Calambrone  dal 12 marzo.

Gli uffici postali sono servizi essenziali e devono restare aperti per
coprire tutte le fasce del territorio.

L’Ufficio postale di Marina è dotata di vetri divisori che annullano praticamente il contatto coi clienti e la sicurezza sanitaria è garantita.

Chi deve fare operazioni postali – finanziarie senza avere la possibilità di usufruire di servizi home-banking telematici,  fra cui il ritiro della pensione, sono costrette se non hanno l’automezzo a
disposizione a utilizzare di un servizio pubblico che a causa delle corse rarefatte risulta in quella tratta affollato e con la necessità di fare lunghe  code nella sede centrale delle poste di Pisa acuite dal fatto che anche in altri piccoli  comuni  e frazioni dell’area pisana gli uffici postali sono stati chiusi .

Il disagio più penoso è riferito proprio a quelle fasce di popolazione più fragili come gli anziani pensionati, spesso soli, che
invece di essere preservati, come prevedono i provvedimenti nazionali, vengono drammaticamente penalizzati.

Chiediamo che Poste riveda immediatamente le sue scelte che creano
grave disservizio e invitiamo il Sindaco e l’Assessore al Sociale del Comune di Pisa ad intervenire con forza rendendosi parte diligente anche con il Prefetto, affinché si apra subito un tavolo con Poste spa per la soluzione del problema”.

By