Il pugilato italiano piange Sandro Mazzinghi

PONTEDERA – Se ne va alla soglia degli 82 anni uno dei più grandi interpreti del pugilato italiano. Sandro Mazzinghi, nativo di Pontedera, si è spento nella mattinata di sabato 22 agosto all’ospedale Lotti di Pontedera dove era ricoverato da qualche giorno.

La salma dell’ex iridato dei superwelter verrà ora esposta nel Santuario del Santissimo Crocefisso di Pontedera, mentre i funerali ci saranno lunedì 24 agosto sempre a Pontedera. Mazzinghi, la cui rivalità con Nino Benvenuti negli anni ’60 fece epoca, avrebbe compiuto 82 anni il prossimo 3 ottobre.

È venuto a mancare uno dei protagonisti della boxe italiana, campione del mondo e d’Europa negli anni ‘60. Un personaggio indimenticabile per questa disciplina in quegli anni. Se ne va un combattente nato, che purtroppo ha dovuto arrendersi in questa sua, ultima, battaglia. L’assessore, rivolgendosi alla famiglia dell’ex pugile, esprime il cordoglio a nome di tutta la giunta regionale“,

By