Il punto di Luca Guiducci: “Una vittoria non così scontata”

PISA – Come la Fenice rinasce dalle proprie ceneri, il Pisa batte per due a zero la Nocerina. Appare scontato ai piu’ maligni, che vincere contro l’ultima in classifica era il “minimo sindacale”, che ci saremmo dovuti aspettare dai nero- azzurri. Di fronte una squadra, la Nocerina, che oggi forse ha disputato la sua ultima partita stagionale, prima di essere travolta dalle conseguenze giudiziarie dopo i fatti della ormai tristemente celebre Salernitana-Nocerina.

Il Pisa dunque vince e torna ai tre punti, ma non certo in una facile partita, dove i Molossi hanno onorato la propria maglia in una partita onesta e agguerrita, arrendendosi soltanto all’espulsione di Crialese al 70′. Pronti via, e’ subito un brivido per il Pisa che si trova con Evacuo davanti a Provedel ma che sbaglia clamorosamente il goal. La Nocerina appare in palla e sembra trovarsi a suo agio sul campo di gara in precarie condizioni. Molto difficile per entrambi mantenere l’equilibrio e un gioco fluido. Ma e’ il redivivo Capitan Favasulli che al 19′ insacca a rete e porta i neroazzurri in vantaggio. La Nocerina prova a reagire ma trova danti a se un sempre prontissimo Provedel che rimedia a qualche errore di troppo della difesa pisana. Ma e’ al 39′ che un ispiratissimo Arma stacca di testa quel tanto che basta per battere il portiere Esposito, magistralmente imbeccato da un cross di Pellegrini. Finisce la prima frazione sul 2-0 per il Pisa.

La Nocerina non riuscirà più a segnare. Cia al 69′ prende il posto di uno stanco Napoli, ed e’ proprio lui che arriva a sfiorare il terzo goal per piu’ di un occasione senza fortuna. La partita odierna segna anche il debutto tra i professionisti del giovane attaccante della Berretti, Matteo Paccagnini, classe ’96 che all’81’ rileva Martella. Ultima sostituzione di Mister Cozza all’86’ quando Kosnic prende il posto dell’eroe di giornata e Capitano Ciccio Favasulli.

Finisce la partita e il Pisa trova la prima vittoria di mister Cozza in campo esterno. Onore delle armi ai Molossi mai domi e che hanno onorato la maglia e la partita odierna, fornendo una prestazione non certo da squadra ormai allo sbando come scritto in precedenza. Inizia da stasera il volo della Fenice pisana, in attesa di disputare le prossime tre partite contro rispettivamente Catanzaro, Pontedera e Perugia. Saranno queste tre partite che ci diranno se potremmo nuovamente pensare all ‘alto della classifica, ma da stasera il Pisa e’ tornato a vincere, speriamo torni presto a volare.

SOTTO IL S. FRANCESCO DI NOCERA (foto tratta da wikipedia.org)

20140126-181357.jpg

By