Il Segretario Provinciale Siulp chiede il dialogo sulla sicurezza

PISA – La sicurezza del territorio non è fatta di parole ma di fatti; e sebbene il SIULP PISA ringrazi, Il Prefetto, Dottor Tagliente, il Questore, Dottor Bernabei, per tutto quello che stanno facendo per “tranquillizzare la cittadinanza Pisana”

Per gli incontri ed i protocolli firmati e per quelli che firmeranno nelle prossime ore e per tenere sempre informati i cittadini dei loro incisivi interventi è costretto a chiedere altresì di tranquillizzare le donne e gli uomini della Polizia di Stato che lavorano presso l’Ufficio Volanti della Questura di Pisa, i quali deputati al contrasto della criminalità ed alla prevenzione del territorio, sistematicamente o quasi, si ritrovano a produrre sicurezza senza quelle tutele tali da permettere loro di operare in sicurezza.

Fuori da ogni propaganda sindacale o istituzionale, fuori da ogni contrapposizione speculare e spicciola, e credeteci tanti sono gli episodi per poterlo fare, non ultimo quello di qualche giorno fa, il SIULP PISA chiede alle due figure istituzionali di confrontarsi con chi sulla sicurezza ha molto da dire (siamo sicuri che ciò non avverrà) solo così forse, ci si renderà conto che l’aspetto necessita di essere affrontato in modo urgente, sistemico e non con il metodo delle tre carte od attraverso notizie che provengono da una sola parte o peggio con soluzioni di emergenza.

Infatti, il SIULP PISA è stanco di sentire affermare che le volanti sul territorio sono due o addirittura tre, quando tutti sanno che ne viene impiegata una sola con l’aggiunta al bisogno di una seconda, spesso con personale che espleta quel servizio all’occorrenza, sia che si tratti di giorno che di notte , che si tratti di feriale o festivo, insomma non proprio come necessiterebbe.

Forse, ci si accorgerà che parlare di sicurezza al di là dello sport, delle maniglie, delle poltrone e delle luci, (elementi tutti importantissimi), lo si può e lo si deve fare con interventi finalizzati a risolvere i problemi veri, magari partendo dal fatto più importante e basilare cioè mettere in sicurezza gli operatori che sono deputati a produrre sicurezza e non con soluzioni alla bisogna.

Signor Prefetto, Signor Questore, garantire tranquillità ai cittadini minacciati nella loro sicurezza lo si deve fare garantendo la sicurezza delle donne e degli uomini in divisa consentendo loro di operare e fronteggiare qualunque tipo di pericolo; solo così, secondo il SIULP PISA, sarà chiara ed evidente “”l’autorevolezza servente e non esigente “”-

Segretario Generale Provinciale SIULP – Pisa Vito Giangreco

By