Il Sindaco Filippeschi scrive di nuovo al Ministro Alfano: “Potenziamento degli organici della Polizia di Stato nella prossima assegnazione”

PISA – Una nuova lettera del Sindaco di Pisa Marco Filippeschi al Ministro dell’Interno Alfano che è anche una risposta alla nota inviata dal Capo di Gabinetto del Ministero Luciana Lamorgese.

“Purtroppo si continua a sottovalutare la nostra situazione. Io ho messo nero su bianco le nostre criticità, senza tanti giri di parole. Questo non significa certo che non ci sia impegno a contrastare i fenomeni o a fare scelte anche impegnative e difficili, com’è stata quella della chiusura del campo abusivo della Bigattiera. Il lavoro coordinato da Prefettura e Questura è tanto e incisivo, ma non basta. E’ il confronto con altre città assimilabili alla nostra che non regge. Sono i nostri numeri, quelli riconosciuti dal “Patto per Pisa sicura” a dirlo. E quel patto l’ha firmato anche il Governo. Ora dev’essere conseguente”.

Così il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi che in una conferenza stampa ha illustrato due iniziative, una rivolta al Ministro Alfano, per chiedere l’assegnazione di nuovo personale della Polizia di Stato, e una rivolta alla Regione Toscana, con il «Progetto Stazione» già deliberato dalla Giunta municipale. “Servono segnali chiari. I sindacati di Polizia fanno sapere che anche questa volta la Questura di Pisa non sarebbe nella tabella delle assegnazioni dall’ultimo corso Allievi Agenti. Si deluderebbe ancora una volta una richiesta giustificatissima – sottolinea il Sindaco – mentre addirittura a Pisa servirebbero servizi aggiuntivi, come ce ne sono in città effettivamente comparabili con la nostra. In Toscana Pisa per esigenze di sicurezza urbana può confrontarsi con Firenze, con i numeri d’afflusso e i fenomeni che abbiamo, non certo con città come Arezzo o Lucca, per fare degli esempi. Nell’incontro urgente che ho chiesto dirò questa verità che chiede scelte concrete”.

“D’intesa con il Prefetto stiamo accentuando attenzioni, servizi mirati più intensi e dinamici, ad orario pieno, e destinando investimenti per piazza delle Vettovaglie e Stazione centrale. Abbiamo colto la richiesta dell’assessore regionale Vittorio Bugli e abbiamo presentato un concreto e fattibile «Progetto Stazione». C’è il posto fisso di Polizia – sottolinea Marco Filippeschi –c’è il miglioramento della qualità urbana, con il rifacimento di viale Gramsci e aiuti per chi riqualifica i loggiati. Si persegue l’uso del Dopolavoro e di spazi delle Ferrovie dello Stato per attività sociali, di presenza positiva, che allontani quelle negative. Chiediamo servizi dinamici, compresi quelli che impegnano l’Esercito, e anche mirati controlli antiabusivismo nelle vie Vespucci e Colombo. Mettiamo a disposizione l’azione prioritaria della Polizia Municipale”.

By