Il Sindaco Marco Filippeschi sull’operazione di sequestro di alcune attività a Pisa

PISA – Parla il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi sul sequestro di alcune attività, anche a Pisa, nell’ambito dell’operazione “Friariello” contro la criminalità organizzata.

“E’ un fatto che richiama ad una realtà inquietante. L’azione esemplare della magistratura e delle forze dell’ordine ha dato un duro colpo ad un’estesa rete criminale. E’ il segno che l’investimento di soldi sporchi si può individuare, stroncando il radicarsi del fenomeno, e, con i necessari incroci d’informazioni, anche prevenire. Vanno in questo senso le intese realizzate fra i comuni, la Prefettura e la Camera di Commercio per fare controlli incrociati». Così il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi sulla vasta operazione anti-camorra denominata “Friariello” di questa mattina (mercoledi 22 gennaio) che ha portato all’arresto di 90 persone e al sequestro di attività in Campania, Lazio e Toscana, tre delle quali anche nel territorio comunale.

“Sono state sequestrate attività riconducibili ad un’unica famiglia – ha proseguito il primo cittadino-: Pisa, città per tanti motivi attrattiva per attività che sono appetibili per la criminalità organizzata, merita un’attenzione forte e specifica e una lotta senza quartiere contro ogni rischio d’infiltrazione. Ho telefonato al Prefetto Tagliente per informarmi dell’esito dell’azione e per chiedergli di ringraziare le forze dell’ordine locali impegnate con successo”.

20140122-165749.jpg

By