Il terzino Sergio Sabatino del Catanzaro:”Arma? Un lusso per la categoria, ma noi non siamo da meno.”

PISA – I risultati raggiunti dai nerazzurri dopo le prime quattro giornate di campionato sono sotto gli occhi di tutti. Il primato in classifica, a braccetto con i cugini del Pontedera, sono un buon biglietto da visita da esibire anche quando c’è da presentarsi in una piazza calda e ostile come quella di Catanzaro.

Ma chiaramente occorre saper riconoscere anche la buona forma degli avversari, come il Catanzaro in questo caso, che imbattutto ad oggi, si appresta a ricevere al Ceravolo i ragazzi di Mister Pagliari. E Sergio Sabatino terzino sinistro di questa forte e agguerrita squadra calabrese, lascia intendere, in questa intervista rilasciata al nostro portale, come domenica prossima la sua squadra cercherà in tutti i modi di fermare il Pisa e guadagnare i tre punti in palio.

Ciao Sergio, ben trovato e grazie a te e alla tua società, per la disponibilità e gentilezza a concederci qualche minuto del tuo prezioso tempo, per analizzare insieme la gara di domenica prossima tra Catanzaro e Pisa.

Innanzitutto come ti trovi a Catanzaro e quale ruolo ricopri?

“Qui a Catanzaro mi trovo molto bene, per un siciliano come me adattarsi in un posto come questo non è affatto difficile, sono anche io del Sud e la realtà calabrese è molto simile a quella dove sono nato. Per di più siamo partiti molto bene e ci sono le condizioni per svolgere un buon campionato.”

Che campionato può disputare quindi la tua squadra in questo girone?

“Abbiamo avuto un ottimo inizio di campionato, ma non abbiamo obiettivi precisi, siamo una squdra giovane con ragazzi che vogliono mettersi in mostra e piano piano vedremo cosa riusciremo a realizzare. Posso solo dire che stiamo attraversando un ottimo perido, siamo in salute e abbiamo svolto una preparazione in ritiro, molto buona, credo che possiamo solo fare meglio.”

Credi che la mancanza di retrocessioni possa falsare il campionato? Dacci un tuo giudizio sul girone B della Prima divisione.

“Falsarla non credo proprio però effettivamente non essendoci retrocessioni mancherà, soprattutto sul finale di campionato, quell’ansia tipica delle squadre che sono in bilico però sono certo che sarà un campionato molto intenso e soprattutto il girone B potrà essere interessante, perchè ci sono squadre che oltre a rappresentare società blasonate sono anche realtà molto seguite dai propri sostenitori, come del resto il Catanzaro stesso.”

Puoi già da adesso ipotizzare quale squadra sia la favorita per la promozione diretta?

“Credo che la favorita sia il Benevento e lo dico con cognizione di causa in quanto conosco molti dei giocatori che militano nella squadra campana, tuttavia non sottovaluterei la Salernitana ma anche il Lecce stesso, che al di là di questa partenza negativa, è squadra composta da elementi molto forti che potranno presto riscattarsi da questa fase; non dimentichiamoci che il Lecce sta pagando anche per i molti infortuni che ha avuto e che il cambio tecnico di questi giorni non potrà che essere da stimolo per una ripartenza.”

Che cosa ne pensi del Pisa?

“Il Pisa è un’ottima squadra, che anche lo scorso anno ha disputato un girone di ritorno ai massimi livelli. Ricordo ancora le gare di semifinale dei play off contro il Perugia, i nerazzurri giocarono entrambe le partite previste, in maniera eccellente, merito anche di Mister Pagliari, che ha riportato, con il suo subentro sullla panchina pisana, un nuovo spirito, una nuova energia nel gruppo trasformandolo in un collettivo competitivo, come del resto quello di quest’anno, nel quale sono rimasti giocatori molto forti e chi è arrivato lo è altrettanto. Devo dire che mi spiace solo che non ci sia in questo nuovo Pisa, il mio amico Francesco Colombini, con il quale ho giocato alcuni anni nel Taranto. Lo ricordo oltre che per il suo splendido carattere anche per il fatto di essere un giocatore di grande talento e sinceramente io un professionista così lo terrei sempre molto volentieri in una squadra.”

Conosci qualche giocatore del Pisa? C’è qualcuno in particolare che apprezzi?

“Credo che Favasuli sia il giocatore più importante di questa squadra e che personalmente ammiro tanto per le sua immense qualità, ma chiaramente impossibile non citare un giocatore come Arma che è un lusso per questa categoria, ma anche Giovinco è giocatore di rilievo, tuttavia anche noi siamo in salute e non siamo da meno. Abbiamo poi una città che vive di calcio, basta poco per riaccendere l’entusiasmo e i nostri tifosi non ci fanno mai mancare il loro affetto e la loro vicinanza per tutta la settimana e non solo la domenica.”

Che partita ti aspetti quindi dimenica prossima contro il Pisa?

“Sarà una partita con un risultato apertissimo, sono entrambe due squadre che vogliono mettersi in mostra, ma sono certo che il Catanzaro scenderà in campo per vincere e guadagnare di sicuro i tre punti in palio.”

(Fonte Foto: www.soccerfame.it)

20130926-192314.jpg

By