Il Turismo a congresso a Pisa dal 5 al 7 luglio

PISA – L’importanza economica e culturale del turismo d’affari, denominato dagli addetti ai lavori M.I.C.E. (Meetings, incentives, conferences, and exhibitions) è ormai riconosciuta e indiscussa: per le principali e più attraenti destinazioni di tutto il mondo, molte delle quali hanno negli anni implementato appositi programmi di sviluppo sostenuti sia dai governi locali che dalle imprese private del territorio.

Sono sempre più evidenti le iniziative di candidatura delle città agli eventi congressuali e alle convention aziendali, che richiedono, non solo adeguate caratteristiche logistiche del territorio, ma anche – e soprattutto – un’adeguata offerta di servizi integrati. Pisa ha tutte le carte in regola per diventare sede ideale di eventi congressuali in grado di ospitare fino a 1500 partecipanti. Tuttavia, fino ad oggi ne è mancata la consapevolezza, sia all’interno del proprio territorio, sia, cosa ancora più dannosa, nell’ambito degli operatori, non solo stranieri ma anche italiani.Recentemente l’assessore al Turismo della Regione Toscana, Cristina Scaletti, alla fiera IMEX di Francoforte, la principale manifestazione mondiale dedicata alla “MeetingsIndustry”, ha illustrato i risultati positivi del volume di affari del congressuale in Toscana – che superano i 354 milioni di euro – ed ha indicato quali destinazioni congressuali regionali, le città di Firenze, Arezzo, Carrara/Versilia, Montecatini Terme e Chianciano Terme. Pisa non è inclusa in tale elenco, nonostante da tempo la città ospiti ogni anno moltissimi convegni; certo, non ancora abbastanza per le sue potenzialità, ma tanto da poter meritare di essere ritenuta una destinazione importante e valida del turismo congressuale.Il tassello mancante è il riconoscimento ufficiale di tale status e delle ulteriori capacità di offerta che il territorio pisano può sviluppare. E per questo è necessario un grande impegno da parte di tutti, istituzioni e aziende, nell’ottica di un sistema integrato di servizi coordinato da un soggetto riconosciuto che lo rappresenti. Da questa importante esigenza, e dalle spinte positive di Camera di Commercio e Toscana Promozione, è nata la prima rete di imprese per la promozione del turismo di affari nell’area pisana: Pisa dei Miracoli. Essa è composta dalle principali aziende private pisane che operano nel congressuale: Asti Incentives & Congressi, Palazzo dei Congressi di Pisa, Meridiana Events & Education, Hotel Galilei, Hotel San Ranieri, Hotel Repubblica Marinara, Bagni di Pisa Palace & SPA Tuscany, Grand Hotel Continental e Treno Pisa Tour. Mario Faugno e Laura Balbarini sono rispettivamente Presidente e Vice Presidente.Dal 5 al 7 luglio si concretizzerà il primo importante progetto di Pisa dei Miracoli per la promozione del territorio: la convention promossa dal Capitolo Italiano di MPI (Meeting Professionals International più grande realtà associativa nell’ambito dell’industria congressuale mondiale) che coinvolge un elevato numero di professionisti della Meeting Industry provenienti da tutta Italia.

E’ importante sottolineare che da maggio 2013, MPI Italia Chapter risulta iscritta nell’elenco del Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della Legge 14 gennaio 2013, n. 4 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 26 gennaio 2013, n. 22) che disciplina le professioni non regolamentate. La legge, in vigore dal 10 febbraio, coinvolge tutte quelle professioni non organizzate in ordini o collegi, che non risultano riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi. Sono escluse anche le professioni sanitarie e le attività e i mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio perché disciplinati da specifiche normative. MPI Italia Chapter è la prima associazione italiana dell’ambito della comunicazione d’impresa, del marketing, del turismo e della meeting industry ad aver ottenuto questa iscrizione.

La convention sarà articolata in modo dinamico e permetterà alla città di Pisa di essere conosciuta e scoperta dai professionisti del settore come sede ideale per l’organizzazione di eventi. Le attività saranno molteplici e strategiche per la visibilità della destinazione: il 5 luglio i partecipanti scopriranno la Piazza dei Miracoli e il centro storico con un city safary a squadre; il 6 luglio si svolgeranno gli aspetti formativi e di aggiornamento professionale presso il Palazzo dei Congressi e la giornata terminerà con una cena di gala presso il Giardino Scotto con l’importante supporto del Comune di Pisa.In tale occasione verrà presentato anche il recupero del Bastione San Gallo che rientra negli importanti interventi all’interno del Piuss relativi alla valorizzazione dei beni culturali della città. L’auspicio della Camera di Commercio è che Pisa dei Miracoli possa operare come interlocutore unico della Meeting Industry Pisana nei confronti degli operatori e delle istituzioni, per costruire quella necessaria identità che permetta a Pisa di divenire un’importante destinazione di eventi congressuali.

http://www.toscanapromozione.it/view_news/386/congressuale-nel-2012-organizzate-in-toscana-oltre-3-milioni-di-giornate-di-incontri

20130702-183158.jpg

By