Il Venezia raggiunge Empoli e Salernitana in serie A. L’ex Forte festeggia, per Iori lacrime amare

PISA – Il Venezia dopo 19 anni torna in serie A. Contro il Cittadella al “Penzo” finisce 1-1 punteggio che prima i lagunari che avevano sbancato il “Tombolato” pochi giorni fa.

La squadra di Paolo Zanetti raggiunge dunque Empoli e Salernitana. Ma che sofferenza per gli arancioneroverdi, che vanno sotto con il gol di Proia (imbeccato molto bene da Iori) e si vedono anche espellere Mazzocchi (due gialli nel giro di tre minuti) rimanendo in dieci. Il Cittadella però non ne approfitta e non affonda il colpo. I padroni di casa resistono. Nel finale di gara con il Cittadella riversato in avanti alla ricerca del raddoppio, il Venezia trova il pareggio con Bocalon, veneziano doc, imbeccato da Maleh. Lacrime di gioia e festa in campo al triplice fischio di Orsato. Venezia può gioire.

EX CONTRO. Al “Penzo” inizia la festa che coinvolge anche l’ex Pisa Francesco Forte, che con i suoi 15 gol vince il suo primo campionato dopo l’amarezza della retrocessione della scorsa stagione con la Juve Stabia. Lacrime di delusione invece per Manuel Iori, altro ex nerazzurro, oltre 360 partite con il Cittadella, che dopo questa gara dice addio al calcio giocato.

By