Illuminazione Natalizia a Pisa. “Veronese ha ritardato l’accensione delle luci”

PISA – “Niente di più vero sul fatto che Antonio Veronese ha ritardato l’accensione delle luci con la sua richiesta di una audizione, peraltro del tutto superflua e pretestuosa, in terza commissione. Se vuole, posso mandargli la lettera di richiesta da lui stesso firmata”.

Non può esimersi dal rispondere alle parole del consigliere comunale il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli: “Sull’illuminazione natalizia confermiamo gli apprezzamenti al lavoro svolto dalla terza commissione e dalla sua presidente, ma se c’è una persona che non dice la verità è proprio Antonio Veronese, che per inciso i pisani conoscono molto bene come persona ondivaga e mutevole, capace di assumere in breve tempo posizioni nettamente contrastanti. Tutti ricordiamo quando, ad esempio, dopo la prima ondata di successi elettorali, si dichiarò di centrodestra, salvo poi apparentarsi con il candidato di centrosinistra alle elezioni amministrative”.

Non c’è da stupirsi che Veronese possa sentirsi seriamente un supereroe, dopo aver tentato di tutto e anche di più con la consueta buona dose di presunzione” – continua il direttore, che risponde alle accuse ricevute di non conoscere né i ruoli istituzionali né il commercio e il turismo: “Confesso che su questo punto sono a credito con Veronese, in quanto lui una severa lezione l’ha già sonoramente ricevuta alle precedenti elezioni, prima da candidato sindaco, poi da aspirante assessore al turismo”.

“Anche se muore dalla voglia di salire sul carro dei vincitori e possiede esperienza consolidata nel farlo – conclude Pieragnoli – Veronese continui a svolgere il suo ruolo di consigliere di minoranza senza continuare a creare disagi e difficoltà al commercio di Pisa”.

By